Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Sci, Coppa del Mondo: a Jansrud il SuperG di Lake Louise. Shiffrin vince slalom donne

LAKE LOUISE - I velocisti azzurri si confermano al top: tre di loro si piazzano tra i primi otto nel super-G di Lake Louise, dove anche se è mancato l'acuto la prestazione complessiva è sicuramente positiva, anche e soprattutto in prospettiva futura. Il numero uno della specialità è sempre Kjetil Jansrud e lo dimostra vincendo la gara sulle nevi canadesi, dove il norvegese mette a segno il suo ventesimo sigillo in carriera.
INNERHOFER SI PIAZZA 6°, DAVANTI A PARIS E FILL - La tracciatura serbava qualche tranello che ha messo in difficoltà molti atleti. Non i norvegesi, però, che si sono piazzati in tre nei primi cinque posti della classifica. Anche gli austriaci si sono ben comportati, conquistando il secondo e il terzo posto con Max Franz, a 28 centesimi da Jansrud, e Hannes Reichelt, a 32. Quindi Kilde e Svindal. Poi i top della squadra italiana, dal sesto all'ottavo posto nonostante qualche errore commesso lungo il tracciato. Il migliore dell'Italsci è Christof Innerhofer a 1″05 dal vincitore e seguito a 5 centesimi da Dominik Paris e a 10 da Peter Fill. Agli azzurri non è mancata la voglia di aggredire la pista canadese, che ha portato a qualche errore di valutazione. Dopo le prime due gare veloci emergono i valori in campo e la novità è la decisa crescita della squadra austriaca tornata a proporre molti atleti in vetta alle classifiche. Con il rientro di Svindal, come sempre, supercompetitivo, la Norvegia è temibile. L'Italia però c'è e sicuramente i valori potrebbero rimescolarsi già dal prossimo fine settimana a Beaver Creek, dove da venerdì a domenica sono in programma un superG, una discesa ed uno slalom gigante sulla famosa pista Birds of prey.
ROTTURA CROCIATO, STAGIONE FINITA PER NEUREUTHER - Il podio olimpico è destinato a rimanere un sogno per Felix Neureuther. Davvero sfortunato il 33enne tedesco, 5 medaglie mondiali ma nessuna a cinque cerchi fra Torino, Vancouver e Sochi, che si è fatto male durante un allenamento negli Stati Uniti: rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro e niente Pyeongchang. Si chiude così con larghissimo anticipo per Neureuther una stagione che era cominciata con i migliori auspici grazie alla vittoria nello slalom di Levi che aveva inaugurato la Coppa del Mondo 2017-18, interrompendo un digiuno lungo 22 mesi.
SLALOM DONNE: DOMINA SHIFFRIN A KILLINGTON - Dopo il secondo posto di Levi, la statunitense Mikaela Shiffrin torna a vincere. La campionessa del Colorado domina le nevi del Vermont e sulla pista di Killington dimostra di non avere avversarie tra i paletti stretti, aggiungendo nel proprio palmares la 32esima vittoria in Coppa del Mondo che le permette di allungare anche in classifica generale. Dopo una prima manche in cui aveva rifilato 89 centesimi a Wendy Holdener, Shiffrin ha attaccato anche nella seconda, trionfando con 1″64 su Petra Vlhova che l'aveva battuta in Finlandia e che, oggi, dopo una prima prova che la vedeva solo quinta, è risalita fino al secondo gradino del podio, guadagnando anche la seconda piazza in Coppa. Bernadette Schild conferma la terza piazza ma a 2″67 dalla campionessa a stelle e strisce. Fuori invece la Holdener che era partita all'attacco, sbagliando però e non concludendo la discesa.
Sci, Coppa del Mondo: a Jansrud il SuperG di Lake Louise. Shiffrin vince slalom donne

Condividi
COSTAZZA CHIUDE OTTAVA, ESCE MANUELA MOELGG - Prima delle italiane è Chiara Costazza che recupera dalla quindicesima all'ottava posizione, con un ritardo di 3″60. Dodicesima al termine della prima, mantiene la posizione Irene Curtoni (+3″69). Dopo il bel terzo posto nel gigante di sabato, Manuela Moelgg, decima dopo la prima manche, non conclude la seconda, cadendo e sbattendo la schiena sul ghiaccio della pista. Peccato per la finanziera di San Vigilio. Uno stop che la fa scivolare in sesta posizione nella classifica generale che vede, come detto, al comando la Shiffrin con 305 punti contro i 221 della Vlhova. Viktoria Rebensburg, vincitrice sabato, scivola in terza a quota 200.
ORDINE D'ARRIVO: 1. Mikaela Shiffrin (Usa) 1'40″91, 2. Petra Vlhova (Svk) +1″64, 3. Bernadette Schild (Aut) +2″67, 4. Denise Feierabend (Sui) +2″70, 5. Frida Hansdotter (Swe) +2″78, 6. Anna Swenn-Larsson (Swe) +3″03, 7. Katharina Gallhuber (Aut) +3″30, 8. Chiara Costazza (Ita) +3″60, 9, Marina Wallner (Ger) +3″63, 10. Michelle Gisin (Sui) +3″64, 10. Emelie Wikstroem (Swe) +3″64, 12. Irene Curtoni (Ita) +3″69.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031