Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Allegri aspetta Pjanic, con lui ? tutta un'altra Juve

TORINO - Mentre l'attenzione del mondo del calcio è rivolta alla corsa verso gli ultimi posti per Russia 2018, prosegue sotto traccia il percorso di recupero di Miralem Pjanic, fermatosi per una contusione al quadricipite femorale durante la sfida di ritorno a Lisbona contro lo Sporting. Dopo aver saltato la sofferta partita con il Benevento, le gambe del centrocampista bosniaco, metronomo del centrocampo della Juventus, hanno ripreso a muoversi sul campo, seppur gradualmente, proprio ieri. La notizia per Massimiliano Allegri è di quelle che cambiano volto alla giornata: recuperare Pjanic è il primo passo per preparare al meglio il rush finale verso il giro di boa in campionato e per staccare il più in fretta possibile il pass verso gli ottavi di Champions. Un percorso di recupero che sta seguendo le tappe prestabilite: la prossima settimana, se tutto andrà per il verso giusto, Pjanic sarà pienamente recuperato e pronto a riprendere in mano il centrocampo juventino.
PESO SPECIFICO ELEVATO - Fino a oggi le assenze del bosniaco sono state una vera e propria disgrazia per i bianconeri: è proprio in assenza delle sue geometrie, della pericolosità delle sue punizioni e dell'imprevedibilità dei suoi assist che la Juventus ha raccolto il fardello di punti che l'ha privata del primo posto in classifica in questo inizio di campionato. Nelle tre partite in cui non è riuscito a mettere piede in campo, fermato sempre da infortuni muscolari, i bianconeri hanno conquistato una sola vittoria, quella sofferta contro il Benevento per 2-1, pareggiando con l'Atalanta e perdendo con la Lazio dopo 782 giorni di imbattibilità casalinga. In Champions League Pjanic ha saltato esclusivamente la partita con l'Olympiacos, vinta dai bianconeri con una prestazione che non passerà certo alla storia per la brillantezza mostrata in campo.
ASSIST E GOL - Nel bilancio di questo inizio di stagione pesano, e non poco, i numeri di Pjanic: tra Serie A, Champions League e la finale di Supercoppa con la Lazio, il regista bosniaco ha collezionato 13 partite con 3 gol e 7 assist. Numeri che dipingono a tratti marcati l'impatto del centrocampista nato a Tuzla in Bosnia, prima di approdare in Lussemburgo in giovanissima età e di volare nell'elite del calcio con il trasferimento in Francia: sei le lingue parlate da Pjanic, sette se si considera il calcio il linguaggio con cui settimanalmente incanta avversari, compagni e tifosi.
In casa Juventus si lavora dunque per recuperare Pjanic in vista della trasferta di Genova con la Sampdoria: visto il bilancio senza il bosniaco, dal suo ritorno dipendono gran parte delle speranze bianconere di agganciare nuovamente la vetta.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Ноябрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930