Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Svezia-Italia 1-0, si complica la corsa azzurra al Mondiale

STOCCOLMA - Sarà durissima. Servirà tutta un'altra Italia per conquistare il pass per i Mondiali. Gli Azzurri di Ventura escono sconfitti per 1-0 dalla bolgia della Friend Arena di Solna, puniti da una deviazione sfortunata di De Rossi sulla conclusione di Johansson (appena entrato in campo per Ekdal) al 61'. Fra tre giorni, a San Siro, bisognerà rimontare per evitare una clamorosa assenza in Russia la prossima estate. Un'Italia che ha sofferto per l'intero primo tempo, ha provato ad alzare la testa nella ripresa ma dopo il gol, fortuito per carità, è mancata la reazione necessaria, a parte un palo pieno centrato da Darmian, per trovare quantomeno un preziosissimo pareggio.
La punizione di Forsberg inizia a scaldare i circa 50mila svedesi, nonostante finisca in curva. Ben più pericolosa è l'Italia al primo affondo: Belotti, scelto in coppia con Immobile, manca di testa l'appuntamento col gol dopo neanche sei minuti sul delizioso cross di Darmian. Risponde la Svezia con una manovra alla mano che porta al destro di Toivonen, qualche brivido per Buffon anche perchè l'Italia, schierata con il 3-5-2, non riesce a uscire dalla propria metà campo dopo aver recuperato palla. Risultato, gli Azzurri ripiegano troppo, favorendo i tagli degli esterni Claesson e, soprattutto, Forsberg (al tiro al 25'). L'Italia crea grattacapi quando affonda sulle fasce, soprattutto a sinistra con Darmian. Brutta notizia per Ventura: Verratti, diffidato, viene ammonito per un fallo a centrocampo e salterà il retour match di San Siro. Assenza pesante, anche se l'ex Pescara fatica da matti a emergere, un pò come l'intero reparto di mezzo azzurro, guidato da De Rossi che, con 117 presenze (quarto posto assoluto), supera Pirlo.
La difesa svedese regge, quella azzurra rischia con l'anticipo di Berg su Chiellini, quindi è decisivo in uscita bassa Buffon che anticipa Toivonen. Resta lo 0-0 ma anche la sensazione di un'Italia incompiuta e impaurita. Ma che comincia con un buon piglio la ripresa: cross teso di Candreva, malinteso Olsen-Granqvist e Claesson salva in angolo; l'interista si mette in proprio, Olsen ci mette i pugni. Il match si innervosisce, Berg - ammonito dopo pochi istanti - gioca duro su Chiellini e De Rossi; nel momento migliore dell'Italia, la Svezia passa improvvisamente in vantaggio. Sugli sviluppi di una rimessa laterale (è il 61'), la palla arriva a Johansson - appena subentrato all'ex Cagliari Ekdal - che trova la sfortunata deviazione di De Rossi che non lascia scampo a Buffon. Ventura si gioca la carta Eder (fuori Belotti, lontano dalla miglior condizione) e l'Italia non è neppure fortunata: destro di Darmian, palo pieno. Verratti per Insigne, Ventura passa al 4-2-4 a caccia di un gol che darebbe ben altre possibilità. Non si va però al di là di uno sterile possesso palla: l'Italia non sfonda il muro giallo e cade fragorosamente. Ma lunedì c'è l'ultima chance.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Ноябрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930