Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Serie C: Livorno e Lecce non si fermano, Padova passa al comando

Serie C: Livorno e Lecce non si fermano, Padova passa al comando
(lapresse)
ROMA Le conferme al comando di Livorno e Lecce, e il ritorno in vetta del Padova. Ecco, in estrema sintesi, le indicazioni principali del turno infrasettimanale di serie C, che ha mandato in scena la 13esima giornata, con a chiudere il cartellone i posticipi che nel girone A vedevano impegnate Alessandria e Carrarese, reduci dal confronto diretto di lunedì sera.
LIVORNO LANCIATO, SIENA PASSA A PISTOIA E RESTA A -5 -Proprio in questo raggruppamento prosegue trionfale la marcia del Livorno di Sottil, che schianta 3-0 la Viterbese (a segno Doumbia, Luci e Morelli), centra la decima vittoria su 12 gare e tiene a -5 il Siena, che dopo i ko con Monza e lo stesso Livorno torna al successo aggiudicandosi per 2-1 a Pistoia il derby toscano: dopo i gol di Campagnacci e Guberti per i bianconeri di Mignani agli uomini di Indiani non basta Ferrari per evitare lo stop dopo quattro gare utili.
POKER ALESSANDRIA ALLOLBIA, MONZA KO In attesa di Carrarese-Pisa che giovedì sera completa il programma, conosce un brusco stop lOlbia terzo della classe, che nellaltro posticipo rimedia quattro sberle sul terreno dellAlessandria: Casasola e Marconi chiudono i conti già nel primo tempo, nella ripresa Gonzalez e Sciacca arrotondano il risultato per i grigi che tornano a vincere dopo oltre un mese cercando di dare una svolta alla propria stagione. Non ne approfitta per risalire però il Monza, battuto dalla Pro Piacenza (Barba il match-winner). Tornano a vincere il Cuneo, che rifila tre reti al Pontedera (Gerbaudo, Zamparo e DellAgnello i marcatori), e la Giana Erminio, che ritrova il successo a distanza di oltre un mese in un rocambolesco 4-3 contro il Piacenza: doppiette per Chiarello e Bruno, alla squadra di Franzini (in dieci dal 22′ per lespulsione di Bini non sono sufficienti le reti di Pergreffi, Segre e Pederzoli su rigore.
PAREGGI A RETI INVIOLATE DEI DERBY DEL GRANDUCATO In coda alla classifica passettino avanti per le ultime due della classe, Prato e Gavorrano, grazie ai pareggi entrambi per 0-0 rimediati con Lucchese e Arezzo.

Girone A, 13/a giornata: Gavorrano-Arezzo 0-0, Giana Erminio-Piacenza 4-3, Livorno-Viterbese 3-0, Lucchese-Prato 0-0, Pistoiese-Robur Siena 1-2, Pontedera-Cuneo 0-3, Pro Piacenza-Monza 1-0, Alessandria-Olbia 4-0, Carrarese-Pisa (giovedì 9 ore 20.30). Riposava: Arzachena.

Classifica: Livorno 32 punti; Robur Siena 27; Olbia 23 Pisa 21; Viterbese 20; Carrarese, Monza e Arzachena 19; Piacenza e Lucchese 17; Pistoiese e Arezzo 15; Giana Erminio 13; Alessandria, Cuneo e Pontedera 12; Pro Piacenza 10; Prato 7; Gavorrano 6.
VICENZA BLOCCA RENATE, PADOVA IN VETTA. ALTRO STOP DEL PORDENONE Nuova capolista invece nel girone B (dove a inizio settimana si è consumata la radiazione del Modena). E il Padova di Bisoli, che con una doppietta di Guidone stende il Mestre (a segno Neto Pereira) e scavalca Renate e Pordenone. Per i ragazzi di Cevoli si era messa bene al Menti, con Lunetta a firmare il vantaggio, ma una follia di Ungaro espulso al 37′ lascia i suoi in dieci per troppo tempo e poco dopo la mezzora della ripresa Comi evita al Vicenza la sconfitta. Si può invece parlare di mini-crisi per il Pordenone che, dopo il crollo interno con la Triestina, incassa la seconda sconfitta di fila, stavolta per mano della Reggiana: Cianci condanna i ramarri friulani di Colucci che scivolano così al terzo posto.
TERAMO SPAVENTA TRIESTINA, COLPO FERMANA A SALO Si allunga a otto gare la serie positiva della Triestina, anche se non va oltre l1-1 con il Teramo, illuso da Ventola e ripreso da Bracaletti. E invece un gol allo scadere di Da Silva a permettere alla Fermana di completare la rimonta e fare bottino pieno in casa della Feralpisalò (avanti con Mattia Marchi, poi pareggio di Sansovini per gli abruzzesi), agganciando a quota 17 la stessa squadra di Serena, il Mestre e una Sambenedettese al secondo ko consecutivo: colpo del Sudtirol firmato Erlic.
RAVENNA SBANCA GUBBIO, 1-1 FANO-SANTARCANGELO Un punto nelle ultime 4 gare, il Ravenna ritrova il sorriso andando a vincere a Gubbio in uno scontro diretto in chiave salvezza (decide Broso), mentre finisce in parità il confronto fra Fano e Santarcangelo (per i locali Germinale replica a Dalla Bona).

Girone B, 13/a giornata: Fano-Santarcangelo 1-1, Feralpisalò-Fermana 1-2, Gubbio-Ravenna 0-1, Padova-Mestre 2-1, Reggiana-Pordenone 1-0, Sambenedettese-Sudtirol 0-1, Triestina-Teramo 1-1, Vicenza-Renate 1-1. Riposava: Albinoleffe.

Classifica: Padova 23 punti; Renate 22; Pordenone 21; Albinoleffe, Bassano e Triestina 18; Sambenedettese, Fermana, Mestre e Feralpisalò 17; Südtirol e Vicenza 16; Teramo 14; Reggiana 12; Gubbio 11; Ravenna 10; Santarcangelo 7; Fano 6. Modena escluso dal campionato
LECCE PIEGA CASERTANA, CINQUINA CATANIA ALLA PAGANESE Non steccano le big nel girone C, dove il Lecce primo della classe riesce a piegare per 2-1 la resistenza di una combattiva Casertana: Di Piazza sblocca il match al Via del Mare e poi è Riccardi nel finale, dopo il momentaneo pari di Rainone per i campani, a regalare ai salentini di Fabio Liverani (decimo risultato utile di fila) il successo che consente di conservare cinque lunghezze di vantaggio sul Catania. Gli etnei di Cristiano Lucarelli passano con un perentorio 5-2 sul campo della Paganese, illusa dal vantaggio di Regolanti nel primo tempo ma poi nella ripresa messa al tappeto dalle reti di Di Grazia, Ripa, Lodi (doppietta, con la rete che fissa il punteggio dagli 11 metri) e Aya, con il rigore realizzato da Scarpa per i locali a completare il quadro delle marcature.
MONOPOLI KO A CATANZARO, POKER TRAPANI E SIRACUSA SGAMBETTA REGGINA Battuta darresto invece per il Monopoli di Tangorra, che cede di misura a Catanzaro (decide Letizia, a segno dopo pochi minuti). Sulla terza poltrona si insedia così il Trapani di Calori, che sta trovando la giusta continuità (10 punti in 4 partite) e al Provinciale non lascia scampo al Rende: Evacuo, Murano, Silvestri e Fazio griffano il poker vincente dei granata. Ritrova il successo anche il Siracusa, piazzando un bel colpo al Granillo ai danni della Reggina con un micidiale uno-due nella fase centrale del primo tempo ad opera di Bernardo e Liotti: i siciliani di Bianco si riprendono dunque il quarto posto scavalcando il Monopoli. Mantiene una positiva sesta posizione la Virtus Francavilla, capace di fermare sull1-1 la Juve Stabia: Simeri porta avanti la compagine brindisina, poi raggiunta dalle Vespe su autorete di Bachini. Con lo stesso risultato termina fra Sicula Leonzio e il fanalino di coda Fidelis Andria: un rigore di Arcidiacono salva gli uomini di Rigoli nel finale replicando al vantaggio di Lattanzio per i pugliesi, che con il pari raggiungono comunque Casertana e Akragas.
COLPO DEL COSENZA, MATERA BEFFATO A BISCEGLIE Proprio i siciliani vanno ko infatti nel testa a testa salvezza con il Cosenza, lanciato dalle marcature di Statella e Bruccini nella prima mezzora. Il Matera di Auteri esce beffato invece a Bisceglie, dove Giovinco risponde al penalty trasformato da Dentello Azzi per i pugliesi, che però al 93 trovano il gol da tre punti con Jovanovic.

Girone C, 13/a giornata: Akragas-Cosenza 0-2, Bisceglie-Matera 2-1, Catanzaro-Monopoli 1-0, Juve Stabia-Virtus Francavilla 1-1, Lecce-Casertana 2-1, Paganese-Catania 2-5, Reggina-Siracusa 0-2, Sicula Leonzio-Fidelis Andria 1-1, Trapani-Rende 4-0. Riposa: Racing Fondi.

Classifica: Lecce 30 punti; Catania 25; Trapani 24; Siracusa 23; Monopoli 22; Virtus Francavilla 19; Juve Stabia, Matera(-1), Reggina e Rende 17; Bisceglie e Catanzaro* 15; Sicula Leonzio* 13; Cosenza 12; Paganese e Racing Fondi 10; Akragas, Casertana e Fidelis Andria 9. * = 1 partita in meno
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2017    »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930