Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Serie B, Pescara-Palermo 2-2: gli abruzzesi rallentano la corsa della capolista

PESCARA Gol, spettacolo ed emozioni. Lanticipo della tredicesima giornata di serie B non delude le aspettative: allo stadio Adriatico finisce 2-2 tra Pescara e Palermo, al termine di una sfida nella quale le squadre si affrontano a viso aperto senza troppi tatticismi. La squadra di Zeman torna a fare risultato dopo due sconfitte consecutive e rallenta la corsa dei rosanero, ai quali non basta un punto per avere la certezza di conservare il primo posto in classifica. Le inseguitrici Empoli, Frosinone e Parma (ciociari e ducali si affronteranno nello scontro diretto), in caso di vittoria, scavalcherebbero il Palermo.
I padroni di casa riescono a sbloccare il risultato dopo dieci minuti: Capone riceve un lancio millimetrico di Bovo e, superata in velocità la linea difensiva del Palermo, batte Posavec con un diagonale mancino. La reazione ospite non si fa attendere e al 15′ i rosanero ristabiliscono la parità, sfruttando un fortunoso rimpallo su un cross dalla destra di Rispoli sul quale Chochev è rapidissimo a battere Fiorillo. La rimonta viene completata intorno alla mezzora, quando il solito Nestorovski disegna una perfetta traiettoria a giro che vale il raddoppio della compagine allenata di Tedino.
I siciliani chiudono il primo tempo in vantaggio, ma a inizio ripresa il Pescara trova immediatamente il 2-2, sfruttando un errore della difesa rosanero che permette a Brugman di insaccare da posizione defilata. La sfida sale di tono ed entrambe le squadre collezionano opportunità per conquistare lintera posta. Al 60′ Capone innesca il contropiede di Mancuso, il cui pallonetto termina alto sopra la traversa, mentre dallaltra parte è Fiorillo a negare la doppietta a Nestorovski all82. Nel finale il Pescara appare in debito di ossigeno e il Palermo, dopo unazione tutta di prima, ha la palla del vantaggio. Si rinnova il duello tra Fiorillo e Nestorovski, con il portiere della squadra abruzzese che ha ancora una volta la meglio e salva Zeman con un intervento superlativo. Finisce 2-2: il Palermo sale a quota 22 punti, il Pescara si porta a 17.
PESCARA-PALERMO 2-2 (1-2)

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Bovo, Coda, Mazzotta; Palazzi (33st Valzania), Carraro, Brugman; Mancuso (28st Del Sole), Pettinari (43st Ganz), Capone. In panchina: Pigliacelli, Balzano, Kanoute, Benali, Zampano, Elizalde, Fornasier, Perrotta, Baez. Allenatore: Zeman.

PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Struna, Szyminski; Rispoli, Murawski (28st Gnahoré), Jajalo, Chochev, Fiordilino; Coronado (22st Embalo); Nestorovski. In panchina: Maniero, Guddo, Accardi, Trajkovski, La Gumina, Monachello, Pettermann, Rizzo. Allenatore: Tedino.

ARBITRO: Giua di Olbia.

RETI: 10pt Capone, 15pt Chochev, 33pt Nestorovski, 1st Brugman.

NOTE Spettatori 7.621. Ammoniti: Carraro, Coda, Bovo. Angoli: 7-5 per il Pescara. Recupero: 0′, 4′.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2020    »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031