Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Omicidio di Lecce, De Marco interrogato per due ore: resta in carcere. "Ha risposto su tutto"

Resta in carcere Antonio De Marco, il 21enne di Casarano, arrestato lunedì sera per il duplice delitto di Eleonora Manta e Daniele De Santis, uccisi nel loro appartamento in via Montello a Lecce.

rep


[url=http://]
Approfondimento


Il copione del killer di Lecce: “Un'ora e mezzo per il massacro”[/url]


dai nostri inviati GABRIELLA DE MATTEIS e BRUNELLA GIOVARA
Il gip Michele Toriello ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere per il giovane assassino reo confesso, accusato di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dai futili motivi e dalla crudeltà. In mattinata, De Marco è comparso davanti al gip per l'udienza di convalida del fermo.

rep


[url=http://]
Commento


Omicidio di Lecce, quell'invidia della felicita[/url]


di STEFANO MASSINI
Alla presenza del pubblico ministero Maria Consolata Moschettini e dei suoi avvocati, lo studente di Infermeria ha risposto alle domande degli inquirenti fornendo la propria spiegazione su quanto accaduto la sera del 21 settembre scorso nel corso dell'interrogatorio andato avanti per circa due ore.
[url=http://]
Cronaca


Omicidio di Lecce, De Marco in isolamento: "Molto provato". In un altro biglietto il cronoprogramma del delitto[/url]


"Era molto provato e ancora scosso per l'accaduto" hanno commentato i suoi avvocati Giovanni Bellisario e Andrea Starace, all'uscita del carcere di Borgo San Nicola. "Il nostro assistito ha risposto a tutte le domande fornendo la propria ricostruzione ma sul contenuto e sul movente non possiamo fornire dettagli".
Sulla possibilità di chiedere una perizia psichiatrica per valutare le effettive condizioni psicofisiche del giovane al momento dell'efferato fatto di sangue gli avvocati si sono limitati a confermare che "è un'ipotesi che stiamo valutando". Per ora il giovane rimane in carcere sulla scorta delle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce e dai militari del Ros che, dopo una settimana, hanno dato un volto e un nome all'assassino dei due ragazzi - lei funzionaria Inps a Brindisi, lui arbitro di calcio - ammazzati con oltre sessanta coltellate inferte in più punti vitali.
Dall'aggressione alla cattura dell'assassino: videoricostruzione del duplice omicidio di Lecce
Omicidio di Lecce, De Marco interrogato per due ore: resta in carcere. "Ha risposto su tutto"

in riproduzione....
Condividi
Grazie all’ausilio della visione di alcune telecamere, delle dichiarazioni di diversi testimoni e il sequestro di bigliettini trovati nello spiazzo del condominio in cui erano state annotate le vie da evitare, gli investigatori hanno chiuso il cerchio sull’assassino che, per alcuni mesi, aveva vissuto con la coppia nello stesso condominio, diventato poi scenario del delitto.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031