Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Processo Cucchi, i pm in aula: "Tra i carabinieri qualcuno passa ancora atti agli imputati". L'avvocato: "C'e un Giuda che troveremo"

"Ancora oggi nel 2020 nel Reparto operativo dei carabinieri c'è qualcuno che passa gli atti a qualche imputato. Siamo stanchi di questi inquinamenti probatori che vanno avanti da 11 anni e vogliamo identificare gli autori". A dirlo in aula oggi il pm Giovanni Musarò nel processo sui depistaggi, che si svolge a porte chiuse, seguiti alla morte di Stefano Cucchi in cui sono imputati otto militari dell'Arma accusati di falso. Il riferimento è ad alcuni documenti depositati durante la scorsa udienza dal difensore di uno degli imputati che non erano stati formalmente richiesti.
"Il pm Musarò si alza e denuncia depistaggi in atto e documenti in possesso all'imputato Testarmata che non poteva avere. 'C'è un Giuda, un cavallo di Troia che speriamo di identificare che fornisce atti e documenti per una verità parziale e fuorviante'. Come dire: non abbiamo finito e non finiremo mai di subire interferenze illecite", scrive sul suo profilo Facebook l'avvocato Fabio Anselmo, legale della famiglia di Stefano Cucchi, riferendo le parole pronunciate in aula dal pm Musarò.
Cucchi, processo depistaggi: "Lettere di apprezzamento ai carabinieri che arrestarono Stefano"
Processo Cucchi, i pm in aula: "Tra i carabinieri qualcuno passa ancora atti agli imputati". L'avvocato: "C'e un Giuda che troveremo"

in riproduzione....
Condividi
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031