Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Genova, Conte alla cerimonia per le 43 vittime del Ponte: "Il nostro impegno a garantire infrastrutture sicure", Di Maio: "Giustizia solo quando i Benetton saranno fuori da Aspi"

"Garantiamo l'impegno di non lasciare Genova da sola e stiamo lavorando affinchè Genova possa rinascere". Ai familiari delle vittime: "siamo al vostro fianco, continueremo a sostenervi in questa vostra richiesta di accertamento della verità e di attribuzione delle precise responsabilità di questo crollo, il vostro dolore è il nostro dolore, continueremo con voi a chiedere giustizia". E ancora c'è l'impegno del governo "a garantire che le nostre infrastrutture siano sempre più sicure ed efficienti". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla cerimonia di commemorazione delle 43 vittime del ponte. "Qualche giorno fa eravamo sopra per recuperare quel filo di rete autostradale che si era interrotto _ ha ricordato Conte _ per colmare la frattura tra Levante e Ponente". Intorno i 43 alberi che ricordano le 43 vittime, lassù in alto il nuovo ponte, un minuto di silenzio, suonano le campane delle chiese genovesi, suonano le sirene delle navi, la città si ferma alle 11.36, il dolore e la commozione contrassegnano la commemorazione delle persone che hanno perso la vita quel terribile 14 agosto del 2018, giorno del crollo del Morandi, una ferita ancora aperta per la città e per le famiglie che hanno perso i loro cari. E c'è anche la rabbia. In primo luogo quella dei parenti delle vittime. Durissimo l'intervento della rappresentante Egle Possetti, che parla dell"'arroganza profonda da parte di chi ha gestito il ponte e non ha chiesto scusa". Gestore "che non ha chiesto scusa" , che ha detto "di essere stato trattato come una cameriera" ha aggiunto. "Che ha millantato manie di persecuzione per non avere potuto costruire il ponte. Per fortuna questa ultima assurda richiesta di ricostruire è stata stracciata dalla corte costituzionale". "Siamo qui a ricordare che le famiglie delle 43 vittime del ponte Morandi meritano rispetto _ ha scritto intanto su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio _ Per questo si è raggiunto un accordo per allontanare i Benetton dalla gestione di Autostrade. Ma se qualcuno pensa di tornare sui propri passi troverà sempre la nostra resistenza. Vigileremo costantemente, quotidianamente. La revoca rimane sul tavolo, non è mai stata esclusa. Giustizia sarà fatta definitivamente solo quando i Benetton saranno totalmente fuori da Aspi."

"senza memoriza
La giornata era iniziata in chiesa. "Signore, aiutaci a trovare un senso a tutto questo, aiutaci a trovare un senso a quello che è accaduto", ha detto l'arcivescovo di Genova Marco Tasca durante l'omelia pronunciata nella celebrazione per il secondo anniversario della tragedia. Monsignor Tasca, per dare coraggio ai familiari delle vittime, durante l'omelia ha anche detto: "Il dolore e la sofferenza non avranno l'ultima parola". In chiesa, tra gli altri, il sindaco Marco Bucci e in rappresentanza della Regione l'assessore Ilaria Cavo. La messa, aperta al pubblico, è stato il primo dei momenti con cui Genova rivive quel giorno, seguono la commemorazione nella Radura della Memoria, sotto il nuovo ponte Genova San Giorgio, con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, la ministra delle Infrastrutture Paola Danieli e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. La cerimonia si è aperta con la proiezione di un filmato dedicato alle vittime. Poi le benedizioni, l'arcivescovo, monsignor Tasca, l'imam Salah Hussein, perchè la tragedia non ha guardato in faccia nessuno, cattolici, atei, musulmani, quindi le istituzioni, Bucci e il presidente della Regione Giovanni Toti.
Genova, Conte alla cerimonia per le 43 vittime del Ponte: "Il nostro impegno a garantire infrastrutture sicure", Di Maio: "Giustizia solo quando i Benetton saranno fuori da Aspi"

La messa (foto Leoni)
Condividi
Tra i familiari Paola Vicini, madre di Mirko, i genitori e il fratello di Luigi Matti Altadonna, Emmanuel Diaz, fratello di Henry. "Passo tutti i giorni qua sotto, ma sopra no. Mio figlio è volato giù da quel ponte", ha detto Giuseppe Matti Altadonna, padre di Luigi, una delle 43 vittime del crollo di ponte Morandi. Il figlio aveva 33 anni. "Oggi - ha aggiunto raggiungendo la cerimonia di inaugurazione della Radura della memoria - provo un misto di rabbia e tristezza. E' stata una tragedia annunciata".
Il sindaco ha ricordato invece il tema della sicurezza. "Oggi la giornata sarà tutta per il ricordo delle vittime del crollo del ponte Morandi _ sono state le parole di Bucci _ anche la targa che scopriremo a Tursi ha questo significato, ma da Genova oggi deve partire un altro messaggio, un monito, affinché si trovino le risorse umane, finanziarie e tecnologiche per fare sì che le infrastrutture non siano solo belle ma anche sicure". Il procuratore Cozzi ha scelto di non parlare. "Oggi sto in silenzio e basta".
[url=http://]
Cronaca


Morandi, a due anni dal crollo Genova ricorda e vuole giustizia[/url]


di MARCO LIGNANA
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930