Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Corleone: torna la Madonna del Lume, la tela rubata 50 anni fa

A circa cinquant'anni dalla sua scomparsa, è stata ritrovata a Corleone una preziosa tela del XVIII secolo raffigurante la Madonna del Lume. Il dipinto era stato trafugato negli anni '70 del secolo scorso dalla cappella dello Spirito Santo del vecchio Ospedale dei Bianchi di Corleone, che era gestito dalla venerabile Compagnia dei Bianchi dello Spirito Santo. Dopo essere stato recuperato dagli agenti della polizia del commissariato di Corleone e consegnato all'arcidiocesi di Monreale, è già tornato "a casa", in uno dei due altari laterali della cappella. Il dipinto era stato rubato nel 1970. Quasi certamente si tratta di un'opera del maestro-pittore Carmelo Salpietro che faceva parte della scuola artistica dei D'anna di Palermo. Fu autore anche della Madonna della Pentecoste, conservata all'Oratorio dei Bianchi a Corleone. Del quadro si erano completamente perse le tracce. Il periodo della sua scomparsa coincide con il furto della "Natività" del Caravaggio, avvenuto a Palermo nel 1969 per opera dalla mafia corleonese. Le indagini sono partite su segnalazione agli agenti di polizia, da parte di ambienti religiosi locali, della presenza nel territorio della famosa tela settecentesca.
Il commissario capo Filippo Li Volsi ha così deciso di creare un apposito nucleo investigativo speciale, gestito dall'ispettore Orazio Antonino Melita. Fondamentale per le indagini è stata la collaborazione di molti corleonesi che hanno dato informazioni utili al ritrovamento della tela. In particolare, nei giorni scorsi, un cittadino ha indicato gli agenti della polizia del gruppo speciale un luogo appartato nelle campagne di Corleone in cui molto probabilmente era stato nascosto il quadro. Ed è lì che la tela è stata rinvenuta, avvolta, riparata e in buone condizioni. A seguito del ritrovamento i poliziotti del commissariato di Corleone hanno allertato il sostituto procuratore Alessandro Macaluso della procura di Termini Imerese. Sono stati quindi svolti i dovuti accertamenti tecnici anche grazie all'aiuto di un esperto, un restauratore di opere antiche e religiose. In commissariato sono stati ascoltati alcuni testimoni che hanno riconosciuto la tela della Madonna del Lume.
Il dipinto è stato ufficialmente consegnato stamani, nella nuova sede della polizia di Corleone, all'arcivescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi. Alla cerimonia hanno partecipato il questore di Palermo Renato Cortese, il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi, gli assessori comunali Walter Rà e Calogero Scalisi, il decano di Corleone don Vincenzo Pizzitola, il presidente della Confraternita dei Bianchi Vincenzo Gallina, rappresentanti dell'Arma dei carabinieri, della guardia di finanza e della polizia municipale. Al termine, la tela è stata riportata nel luogo dove era stata sottratta."I colleghi hanno seguito questa vicenda con attenzione e passione - ha detto il questore Renato Cortese -. A loro va il mio ringraziamento per aver ritrovato quest'opera di notevole valore artistico, dimostrando ancora una volta un legame indissolubile con il territorio".
"Sono molto grato per il recupero del dipinto - ha affermato monsignor Pennisi -. Un quadro come questo è patrimonio comune.

Recuperarlo è un gesto di grande civiltà". "Il ritrovamento è la fine di una ricerca silenziosa e continua - ha aggiunto Vincenzo Gallina -. È un momento molto emozionante per la comunità corleonese, ma soprattutto per la Compagnia dei Bianchi".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31