Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Processo Cucchi, Ilaria: "Fatti di Piacenza gravissimi: basta parlare di mele marce"

"La vicenda di Piacenza è un fatto enorme e gravissimo che ricorda il caso di mio fratello". Lo ha detto Ilaria Cucchi - nel corso di un'udienza del processo per i depistaggi legati alla morte del fratello Stefano - commentando l'inchiesta della procura di Piacenza che coinvolge alcuni carabinieri accusati di diversi reati dal traffico di droga alla tortura.
[url=http://]
Cronaca


Caso Cucchi, nuovo giudice per il processo dei depistaggi: udienza il 10 giugno [/url]


"Bisogna andare fino in fondo e non fare sconti a nessuno, come hanno dimostrato magistrati coraggiosi nell'inchiesta sulla morte di mio fratello e anche in questa indagine. Basta parlare di singole mele marce, i casi - ha proseguito Ilaria Cucchi - stanno diventando davvero troppi.
[url=http://]
Cronaca


Caso Cucchi, "noi vittime, costretti a eseguire gli ordini": due imputati processo depistaggio chiedono di costituirsi parte civile[/url]


Il problema è nel sistema. Mi vengono in mente i tanti carabinieri del nostro processo che vengono a testimoniare contro i loro superiori e mi chiedo con quale spirito lo facciano quando poi spuntano comunicati dell'Arma come subito dopo la testimonianza del loro collega Casamassima".
Proprio oggi è in corso in tribunale l'udienza sui depistaggi compiuti da otto carabinieri - comandanti di gruppo e di stazione oltre a marescialli e appuntati - per insabbiare le indagini sulla morte di Cucchi. Tra le accuse contestate ci sono le falsificazioni compiute a ridosso della morte di Cucchi nel 2009: la modificazione di un'annotazione di servizio che riferiva che Cucchi aveva "dolori al costato e non poter camminare", la quale venne modificata in "dolori alle ossa per il freddo".
Un atto, questo, redatto da un carabiniere scelto ma dettato da un'intera catena di comando. Un secondo depistaggio, secondo la procura, venne compiuto nel 2015. Quando era stata riaperta l'indagine bis sul pestaggio ai danni di Cucchi. I carabinieri incaricati dal pm di acquisire gli atti d'indagine compiuti fino a quel momento, si limitarono a trasferirli senza comunicare la falsità di tali annotazioni.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31