Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ken Loach scrive agli operai della Fiac: "Restate forti"

"Chiedete ai sindacati di rimanere fedeli alla vostra lotta. Chiedete la solidarietà di coloro che prenderebbero il vostro posto. E restate forti. Con i più calorosi auguri e tutta la nostra solidarietà". Firmato: Ken Loach. Il regista inglese ha scritto ai lavoratori della Fiac di Pontecchio Marconi, in provincia di Bologna, che da settimane sono in presidio davanti ai cancelli per evitare il trasferimento a Torino.
Al presidio, ieri sera, c'è stata la proiezione di "Bread and Roses", uno dei film più noti di Loach, che con l'occasione ha fatto arrivare la propria voce. Lo segnala su Facebook l'assessore Matteo Lepore, spiegando che il messaggio del cineasta è stato letto "con emozione" da Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca, che ha collaborato con la Fiom-Cgil alla proiezione. Loach, firmando il messaggio insieme allo sceneggiatore Paul Laverty e ai i dipendenti della casa di produzione Sixteen films, sottolinea che il film "parla di solidarietà, di tattiche fantasiose e di come sconfiggere i datori di lavoro che pensano solo al profitto. E la campagna ha portato alla vittoria!".
Ken Loach scrive agli operai della Fiac: "Restate forti"

La lettera di Ken Loach
Condividi
Continua il messaggio: "Il vostro caso illustra la lezione più antica della nostra storia e quello che dovremmo tutti sapere a memoria. Gli interessi dei datori di lavoro e gli interessi dei lavoratori sono fondamentalmente e irrevocabilmente opposti. Loro progettano ogni cosa in funzione della massimizzazione della propria idea di efficienza, al fine di incrementare la propria ricchezza". Mentre "noi - scrive Loach - abbiamo bisogno di sicurezza, nel lavoro, nella retribuzione, dell'assistenza sanitaria quando siamo ammalati, dell'istruzione per i nostri figli e della pensione quando saremo anziani. Più di questo, abbiamo bisogno delle cose buone della vita: abbiamo bisogno del pane, ma anche delle rose".
Ken Loach scrive agli operai della Fiac: "Restate forti"

Farinelli al presidio
Condividi
I deputati Pd Andrea De Maria e Serse Soverini e la sottosegretaria al lavoro Francesca Puglisi oggi hanno incontrato, davanti ai cancelli dello stabilimento, i delegati della Fiac compressori. Con loro il segretario della Fiom di Bologna, Michele Bulgarelli. "Occorre evitare che le iniziative assunte della proprietà, Atlas Copco, mettano in discussione un presidio produttivo di grande valore, che dimostra invece di avere tutte le condizioni di efficienza produttiva ed ordinativi per proseguire la sua attività" dichiara De Maria.
Nella vertenza per evitare il trasferimento a Torino della Fiac "quella di lunedì sarà una giornata clou", segnala Bulgarelli: una giornata in cui "può succedere di tutto". Questo perchè per lunedì è prevista una riunione congiunta dei tre tavoli tematici (istituiti per valutare le alternative al trasferimento) con la Atlas, la multinazionale svedese proprietaria dello stabilimento. In quella sede, "o l'azienda dà delle risposte chiare sulle proposte che sono emerse dai tavoli o sarà un bel problema".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31