Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Focolaio in Bartolini Bologna, altri 27 positivi. La Uil: "Lavoratori terrorizzati"

BOLOGNA - I lavoratori della Bartolini corriere espresso "sono terrorizzati", racconta la Uil, per il focolaio di coronavirus scoppiato in un magazzino di Bologna, i cui numeri continuano a crescere: nel bollettino odierno della Regione si aggiungono altri 27 casi legati alla ditta di logistica, che con i 64 contati nei giorni scorsi (di cui 47 lavoratori e 17 famigliari o conoscenti contagiati) porta a 91 il totale, per ora, e a questo punto l'Ausl valuta la chiusura. "Siamo in attesa per domani dei risultati dei tamponi eseguiti anche ad amministrativi, autisti e altro personale. Faremo una valutazione del focolaio: se ci sono evidenze epidemiologiche e condizioni specifiche, per come si è manifestato, potrebbe essere una strada da percorrere quella di proporre la sospensione dell'attività", avverte Paolo Pandolfi, direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di Bologna.
"Noi stiamo chiedendo di fare un lockdown di quel sito", dichiarava già questa mattina Maurizio Lago, segretario della Uil Trasporti Emilia-Romagna. "Andrebbe bloccato tutto. Qui si parla della salute dei lavoratori e per noi tra la produzione e la salute dei lavoratori non ci sono dubbi", aggiungeva.
[url=http://]
Cronaca


Coronavirus, 46 nuovi casi in Emilia-Romagna, 37 solo a Bologna[/url]


"E' evidente - proseguiva Lago - che se venivano rispettati i protocolli di sicurezza, il contagio non partiva. Andrebbe bloccato tutto. Invece hanno messo in quarantena solo la cooperativa interna, secondo noi è sbagliatissimo". Per il sindacalista a essere preoccupati sono gli autisti e spedizionieri, "che girano per Bologna" e bisogna capire se hanno avuto rapporti con il personale della coop. Per questo la Uil chiede che sia esteso anche a loro lo screening con i tamponi.

Lombardo: "Evitare che rischi si scarichino sui lavoratori più deboli"


"Ci possono essere delle sottovalutazioni da parte dei lavoratori" delle regole per contenere i contagi da coronavirus, "ma dobbiamo evitare che ci sia il tema del bisogno del tornare a lavorare. Il rischio è che l'osservanza scrupolosa delle regole di sicurezza potrebbe venire meno proprio in quei settori in cui magari le tutele sono minori". Lo sottolinea l'assessore al lavoro del Comune di Bologna Marco Lombardo facendo il punto sulla situazione dopo la scoperta del focolaio di coronavirus al magazzino della Bartolini. "Penso al tema dei subappalti nella logistica - ha detto - ai lavori notturni, a chi lavora con contratti precari o in condizioni che non garantiscono le tutele previste dai contratti collettivi nazionali. In questi settori la nostra soglia di attenzione deve essere ancora più alta. Evitiamo che i rischi si scarichino sui lavoratori deboli. Con l'ispettorato del lavoro - ha aggiunto - sono state fatte verifiche scrupolose. Lunedì in Città Metropolitana si riunirà una commissione tecnica sulla logistica per verificare che, in quel settore, non ci siano situazioni che portino a nuovi focolai".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031