Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ultra e Forza Nuova a Roma, scontri al Circo Massimo: cariche contro polizia e giornalisti

ROMA - Prima i saluti romani e i cori "duce duce". Poi bombe carta, lanci di pietre e bottiglie, colpi di mazza. Un centinaio di teppisti che carica giornalisti, cameramen e forde dell'ordine. Incidenti alla manifestazione degli ultrà fascisti al Circo Massimo: intorno alle 15.45 la violenza è esplosa in via dei Cerchi, la strada che costeggia il campo dove nell'antica Roma correvano i cavalli.
Con il pretesto di allontanare gli operatori dell'informazione che stavano intervistando alcuni esponenti del movimento Ragazzi d'Italia - organizzatori del raduno politico contro il governo, il primo nella storia delle tifoserie in Italia - ultrà e militanti di estrema destra hanno improvvisamente assaltato polizia e carabinieri.
Roma, scontri al Circo Massimo: ultra e Forza Nuova aggrediscono giornalisti e polizia
Ultra e Forza Nuova a Roma, scontri al Circo Massimo: cariche contro polizia e giornalisti

in riproduzione....
Condividi
Cinque minuti di scontri tra via dei Cerchi e via Dell'Ara Massima di Ercole: i teppisti, molti quei quali incappucciati e comunque irriconoscibili tra mascherine e cappellini, hanno caricato i militari aprendosi il varco con il lancio di fumogeni e torce.
Risultato: fuggi fuggi generale verso via del Circo Massimo. Non sono mancati scontri corpo a corpo, con i manifestanti che hanno provato a accerchiare polizia e carabinieri. Alcuni poliziotti risultano feriti e cure mediche anche per un videomaker colpito in testa con l'asta di una bandiera. E sarebbero almeno otto i fermati.
La zona intorno al luogo del raduno è stata isolata dalle forze dell ordine: e, dopo gli incidenti, a ridosso del Circo Massimo, da via della Greca, è arrivato anche l' idrante della polizia.
Neofascisti al Circo Massimo, cariche, scontri e braccia tese
Per cercare di riportare la calma, l'ala meno violenta degli ultrà ha chiamato a raccolta i tifosi davanti al palco montato al centro del Circo. Ma altri gruppi hanno continuato a cercare il contatto con le forze dell'ordine. Un manipolo di ultrà neofascisti - vestiti interamente di nero e con mazze in mano - si è staccato salendo improvvisamente su via del Circo Massimo. Dove hanno lanciato fumogeni. Le torce hanno incendiato l'erba della "conca" dove i Ragazzi d' Italia avevano dato appuntamento.
Roma, a Santi Apostoli CasaPound alla protesta delle "mascherine tricolori"
"Pronti alla battaglia", avevano promesso gi ultrà neri. Per oltre mezz'ora sono stati di parola. L'innesco dei disordini, chissà se pretestuoso, è stato un litigio tra alcuni promotori del raduno: il leader romano di Forza Nuova Giuliano Castellino, ultrà romanista, pregiudicato, e un altro esponente della piazza nera - Simone Carabella, un blogger di destra romano - che stava rilasciando un'intervista. Evidentemente sgradita alle fazioni più dure. Mentre tra i due volavano insulti e qualche schiaffo, e i cameramen riprendevano la scena, è partita la prima carica. Hanno inseguito i cronisti che si sono sparpagliati intorno alle camionette della polizia e dei carabinieri. Poi l'aggressione ai reparti delle forze dell'ordine con lanci di bottiglie, fumogeni e petardi, contenuta con professionalità dalle forze dell'ordine. Poi ancora tensione.
Roma, l'ultra ai giornalisti: "E una manifestazione pacifica". Poi Forza Nuova lo aggredisce
Ultra e Forza Nuova a Roma, scontri al Circo Massimo: cariche contro polizia e giornalisti

in riproduzione....
Condividi
Il sit-in - che si è concluso intorno alle 17 - era stato indetto da Forza Nuova e dal gruppo "I ragazzi d'Italia", movimento neofascista con base a Brescia (la curva cittadina ha preso le distanze dall'iniziativa). Con loro, oltre a Castellino, anche il leader di Forza Nuova Roberto Fiore.
Era stata Forza Nuova a chiedere formalmente alla Questura l'uso del Circo Massimo. Presenti molti nazifasciti che bazzicano le curve del nord Italia scesi a Roma a titolo personale: dai Blood&honour di Varese orfani del capo Dede Belardinelli morto negli scontri nel prepartita di Inter-Napoli del 2018. Alcuni esponenti della curva nerazzurra appunto, i "camerati" di Cesena e di Verona.

rep


[url=http://]
Approfondimento


“Pronti alla battaglia”. Gli ultra neofascisti sfidano il governo[/url]


di PAOLO BERIZZI
E poi i laziali, della Nord e forse della tribuna Tevere: gli ultras della Lazio si erano affrettati nelle scorse settimane a rilanciare sui loro canali social la manifestazione "contro il governo e la fandonia della pandemia". Esattamente la tesi sostenuta in questi mesi di quarantena da Forza Nuova. Ma a titolo personale dovrebbero aver partecipato anche alcuni militanti di base di CasaPound che la domenica occupano i gradoni della Nord biancoceleste. Le forze dell'ordine si attendevano qualche migliaio di persone in piazza, gli organizzatori ne avevano preannunciate 5mila ma al Circo Massimo ce n'erano solo qualche centinaio.
[url=http://]
Cronaca


Roma, De Sanctis dell'Anpi: "Avevamo chiesto di vietare le manifestazioni di oggi, ora liberiamo Roma anche da Forza Nuova"[/url]


di MARINO BISSO
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031