Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Da Torino a Milano e Roma: il rebus della riapertura delle aree gioco nei parchi e giardini

Da Torino a Milano e Roma: il rebus della riapertura delle aree gioco nei parchi e giardini
(ansa)
Le aree gioco di Torino e di altre grandi città italiane, da Roma a Bari, passando per Milano, riapriranno solo nei prossimi giorni. Per Torino la data programma è mercoledì: l'ultimo decreto del presidente del consiglio, Giuseppe Conte, autorizza già da oggi l'utilizzo di altalene e attrezzature per il fitness all'aria aperta, ma ieri sera la sindaca Chiara Appendino ha emanato un'ordinanza che posticipa al 20 maggio l'apertura di quelle della città: “Nelle giornate di lunedì e martedì saranno compiute le operazioni di pulizia e adeguamento alle prescrizioni del dpcm appena varato al fine di consentirne la riapertura a partire dalla giornata di mercoledì di 20 maggio” spiega l'assessore all'Ambiente, Alberto Unia.
Da oggi gli operatori dell'assessorato sono al lavoro per pulire gli spazi dopo oltre un mese di stop, ma gli uffici sono impegnati anche a capire come dovrà funzionare l'utilizzo con le nuove norme. Nel decreto si ribadisce che si potrà riaprire, ma l'utilizzo è consentito solo se si rispetta la regola del distanziamento di almeno un metro. E anche nei giochi si avranno dei contingentamenti per evitare che si creino assembramenti tra bambini di diversi nuclei famigliari.

Lo stesso vale per le aree cani, ma non è ancora chiaro se, in entrambi questi spazi, le amministrazioni debbano assicurare che ci siano degli addetti che monitorino il rispetto delle regole. Al comma c) del primo articolo del decreto infatti si dice che è consentito “lo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti”. Da Palazzo Civico sperano però che tutto sarà pronto per mercoledì.
Un aspetto che potrebbe rendere complicato aprire le aree e che quindi richiede questi ulteriori approfondimenti cui stanno lavorando anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi e quello di Bari, Antonio Decaro. E anche il primo cittadino di Milano, Beppe Sala, è intervenuto sul tema: “Ce ne sono centinaia in un comune come Milano e il dpcm ci chiede una sanificazione quotidiana e una supervisione costante, ma non è semplice, e su questo tutti i sindaci concordano".

E l'Anci, guidata dal barese Decaro, ha chiesto al governo di chiarire meglio i contorni di questo aspetto per permettere a tutti i primi cittadini di fare valutazioni più precise sulla sostenibilità delle regole richieste per poter riaprire le aree gioco.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930