Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Omicidio Sacchi, processo rinviato : Anastasiya e in aula poi va via. Il padre: "Ergastolo per i killer"

"Ci ha fatto male rivedere Anastasia. Così fredda. Non ci ha nemmeno degnato di uno sguardo". A dirlo i genitori di Luca Sacchi in aula oggi per l'avvio del processo sulla morte del giovane davanti alla prima Corte d'Assise di Roma.
Il giovane fu ucciso nella notte tra il 23 e il 24 ottobre scorso con un colpo di pistola alla testa davanti a un pub nella zona di Colli Albani. Presente in aula Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata di Luca, coinvolta nella seconda tranche dell'inchiesta, per la violazione della legge sugli stupefacenti in relazione al tentativo di acquisto di 15 chili di droga. L'udienza che si è svolta a porte chiuse nel rispetto delle disposizioni anticovid è stata poi rinviata al 9 giugno "per permettere a tutte le parti di poter visionare gli ultimi atti d'indagine della procura di Roma e per poter rispettare il termine di sette giorni ed eventualmente integrare le liste testimoniali", hanno spiegato i legali della famiglia Sacchi, gli avvocati Armida Decina e Paolo Salice.
"Abbiamo ritenuto opportuno associarci alle richieste formulate dai difensori degli imputati, perchè non vogliamo che il processo nasca con falle procedurali. Anastasiya era presente in aula; ha ignorato l'intera famiglia Sacchi. - hanno aggiunto i legali - Siamo rimasti colpiti dalla freddezza che ha dimostrato di avere. La Corte, infine, ha stilato un fitto calendario di udienze per i mesi di giugno, luglio, settembre e ottobre".
"Abbiamo un po' di tensione, vediamo che succede", aveva detto il padre di Luca, Alfonso Sacchi, arrivando alla cittadella giudiziaria di Piazzale Clodio. "La prima volta che rivedremo Anastasiya? Noi ci siamo, potrebbe essere la prima volta visto che dalla sera dell'omicidio non l'abbiamo più vista - ha aggiunto - Come famiglia chiediamo che vengano condannati all'ergastolo gli autori materiali dell'omicidio".
Omicidio Sacchi, via al processo per la morte di Luca. Il padre: "Siamo tesi"
Omicidio Sacchi, processo rinviato : Anastasiya e in aula poi va via. Il padre: "Ergastolo per i killer"

in riproduzione....
Condividi
Il gip lo scorso gennaio, accogliendo la richiesta della Procura di Roma, aveva disposto il giudizio immediato per sei persone, coinvolte a vario titolo nell'inchiesta, compresa la fidanzata della vittima, Anastasiya. Ma alla sbarra non c'è Giovanni Princi, l'ex compagno di classe di Luca Sacchi , accusato di violazione della legge sulla droga, ora ai domiciliari, che sarà processato, invece, con rito abbreviato il 28 maggio prossimo.
[url=http://]
Cronaca


Omicidio Sacchi, il 31 marzo al via il processo per Anastasiya e altri quattro. Rito abbreviato solo per Princi[/url]


A processo dunque con rito ordinario ci sono Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, i due ventenni di San Basilio autori materiali dell'aggressione, Marcello De Propris, che consegnò l'arma del delitto, il padre di quest'ultimo, Armando, accusato della detenzione della pistola, e Anastasiya.
[url=http://]
Cronaca


Omicidio Sacchi, il 31 marzo a giudizio Anastasiya e altre 5 persone. "Ci fu premeditazione"[/url]


La Procura contesta a Del Grosso, Pirino e De Propris anche l'aggravante della premeditazione. I tre, insieme con Armando De Propris sono detenuti in carcere mentre è sottoposta a obbligo di firma Anastasiya, che nel processo è anche parte civile per la rapina subita
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930