Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Tragedia a Carpi, padre uccide figlio disabile e si suicida. Il sindaco: "Il suo centro diurno era chiuso, ma non li abbiamo abbandonati"

BOLOGNA. I corpi di un 37enne disabile e del padre di 69 anni sono stati ritrovati all'interno di una villetta di via Longhena a Carpi, in provincia di Modena. Secondo le prime indiscrezioni, si tratterebbe di un omicidio-suicidio. Sarebbe stato il padre a soffocare il figlio con un sacchetto di plastica in testa, prima di togliersi la vita.
La moglie dell'uomo, che era uscita per fare la spesa, ha trovato la porta di casa chiusa una volta tornata, dando l'allarme ai vigili del fuoco. Una volta riaperta la porta il rinvenimento che ha portato sul posto i carabinieri.
"Quella che è accaduta stamattina a è una vicenda tragica, che sta scuotendo tutti i carpigiani, tutta la città: ovviamente anche il sottoscritto. Il mio primo pensiero va a quella donna, mamma e moglie, che si ritrova oggi in una condizione drammatica e incomprensibile. Faccio un appello a tutti a essere cauti nel giudizio, perchè non è il momento di precipitose frasi fatte e della ricerca per forza di un colpevole nella vicenda". Così il sindaco di Carpi Alberto Bellelli Come emerge da una prima verifica dei servizi sociali in comune, il ragazzo frequentava un centro diurno per disabili.
"Come tutti i ragazzi che hanno vissuto in questi giorni la chiusura di quei centri diurni - continua il sindaco nel suo messaggio - lui e la sua famiglia sono stati raggiunti dalle telefonate che periodicamente facciamo per sapere qual è la situazione, se si riscontrano particolari difficoltà". Nell'ultima telefonata, risalente alla settimana scorsa, secondo le informazioni riportate dalla famiglia era tutto a posto, andava tutto bene: "Non venivano rilevate cose particolari, anzi la famiglia - ripercorre Bellelli - chiedendo quando sarebbero potuti accedere al servizio del centro diurno, si preoccupava della salute del figlio dicendo che avrebbero preso la cosa con estrema cautela, data la fragile condizione sanitaria del ragazzo in un momento così delicato".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930