Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Silvia Romano, un anno e mezzo di silenzio sul destino della volontaria liberata oggi in Kenya: le tappe della vicenda

Aveva 23 anni quando è stata rapita il 21 novembre del 2018. E ha trascorso un compleanno, quello dello scorso settembre, in prigionia. Silvia Romano, la cooperante milanese della Ong Africa Milele rapita in Kenya mentre stava lavorando in un orfanotrofio con una onlus. Milano non ha mai dimenticato Silvia Romano in questo anno e mezzo. Una sua figlia, partita dopo la laurea per seguire il suo desiderio di aiutare chi ha bisogno.
[url=http://]
Esteri


Silvia Romano libera dopo un anno e mezzo di prigionia: "Sono stata forte. Ho resistito"[/url]


Silvia Romano, chi è la volontaria italiana liberata in Kenya


A febbraio del 2018 Silvia si è laureata a Milano in una scuola per mediatori linguistici per la sicurezza e la difesa sociale, la Ciels con sede a Milano, con una tesi sulla tratta di esseri umani, dopo il diploma all'istituto tecnico per le attività sociali 'Giulio Natta' di Milano. Lo studio, di pari passo con la passione per lo sport, tanto che lavorava in una palestra milanese, la Zero gravity, dopo tanti anni alla 'Pro Patria 1883'. Dopo la laurea era già andata una prima volta in Kenya, poi era tornata in Italia ed era ripartita dopo qualche settimana. La sua famiglia vive nella zona Est di Milano, in questo anno e mezzo nel quartiere hanno organizzato iniziative intorno alla scuola del Trotter, che Silvia frequentava da piccola.

Silvia Romano, le tappe del rapimento


Dalla laurea a Milano all'Africa: chi e Silvia Romano, la volontaria rapita in Kenya

Silvia Romano, le indagini internazionali


Dopo diversi mesi Roma ottiene una rogatoria internazionale per conoscere gli sviluppo dell'attività istruttoria. Il Ros dei carabinieri, ad aprile, ha inviato investigatori in Kenya. Nei mesi successivi vengono arrestati tre presunti rapitori e portati a processo a Nairobi. Le indagini portano a supporre che dopo il rapimento in Kenya sarebbe stata portata in Somalia e che il giorno di Natale 2018 era ancora in vita. Ed era quella data, fino a oggi, l'unica certezza che si aveva sul destino di Silvia Romano. Fino, appunto a oggi, al tweet del premier Giuseppe Conte e alle parole che la ragazza gli avrebbe detto: "Sono stata forte, ho resistito".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930