Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Parma, tavoli in strada: e la protesta dei ristoratori contro la chiusura

Una apertura simbolica per testimoniare il momento difficile che stanno attraversando i ristoratori.
Diversi locali di Parma hanno aderito al flash mob Risorgiamo Italia, promosso da Paolo Bianchini, oste e patron dell'Osteria del Vecchio Orologio di Viterbo.
Bianchini ha inviato una lettera aperta al presidente del Consiglio Giuseppe Conte in cui riassume i motivi della protesta contro il prolungamento del lockdown e le misure contenute nella Fase due.
[url=http://]
Cronaca


Tra delivery e restrizioni in sala: gli chef di Parma raccontano il ristorante al tempo del virus[/url]


di ARIANNA BELLOLI E LUCIA DE IOANNA
"Non accettiamo - ha detto - il distanziamento che vogliono imporci, un ristoratore che ha cento coperti dovrà ridurre a trenta, mantendo però le stesse spese di prima: bollette, affitto e personale da pagare, incassando solo il 30%. Tanti di noi falliranno, non sarà possibile pagare tutte le spese. Ci sarà una ricaduta che danneggerà tutto il paese".
[url=http://]
Cronaca


Plateatico gratis, si al consumo esterno e piu aree pedonali: le proposte del Pd al Comune di Parma[/url]


L'ennesimo prolungamento del lockdown costerà altri 10 miliardi di fatturato alle imprese. La stima è di Confesercenti, secondo cui si tratta di "una doccia gelata ed una fortissima delusione per moltissime attività che si stavano già preparando a implementare al dettaglio tutti i protocolli di sicurezza per riprendere gradualmente il lavoro. E che, in molti casi, ancora aspettano di fruire delle misure di sostegno di marzo, dal bonus all’accesso al credito agevolato".
Lockdown e Fase due: protesta dei ristoratori a Parma - Foto
E così, dopo quasi due mesi di chiusura forzata, chef, camerieri e ristoratori hanno alzato le saracinesche, acceso le luci e apparecchieranno un tavolo di fronte alle loro insegne.
Un gesto per protestare contro l'esclusione dei ristoranti dalla Fase 2 dell'emergenza coronavirus che avrà il prossimo 4 maggio.
In Emilia Romagna, il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha auspicato una riapertura anticipata di bar e ristoranti e altre attività rispetto alla data indicata dal Governo ossia il 1 giugno.
"Dico al governo che se non ci saranno rischi e problemi, che verificheremo giorno per giorno, a mio parere si può lavorare per anticipare le date, indicate dal presidente del Consiglio, di metà maggio e primi giugno. Se tutto va come ci auguriamo, negozi, bar, ristoranti e parrucchieri potrebbero aprire prima. Ma i nostri sforzi non vanno vanificati".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930