Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Coronavirus, a Novara via alla sperimentazione della cura con il "plasma iper-immune" dei guariti

E' iniziata a Novara l'attuazione del protocollo per l'utilizzo del plasma iper-immune da convalescenti per la cura dei malati Covid-19. Un lavoro che viene svolto assieme al Policlinico San Matteo di Pavia, che ha già iniziato la cura.
"Per determinare se la trasfusione di plasma da persona convalescente può essere utilizzata nel trattamento dei pazienti critici con infezione da coronavirus - spiega il dottor Gennaro Mascaro, responsabile del Servizio di medicina trasfusionale dell'azienda ospedaliero-universitaria di Novara - è necessario determinare la quantità di anticorpi specifici: il test viene effettuato presso il Laboratorio di virologia molecolare del policlinico di Pavia".
"Quando arriva la risposta, se ci sono le condizioni, eseguiamo la raccolta di questo 'plasma iperimmune' - aggiunge - e poi procediamo alla trasfusione in pazienti critici in terapia intensiva o subintensiva, valutandone gli esiti. Va sottolineato che dopo la raccolta il plasma viene da noi trattato ulteriormente in modo da annullare l'eventuale presenza di altri virus".
Il primo donatore convalescente è un uomo di giovane età, ricoverato per una settimana e poi guarito: "Non avevo mai donato il sangue - racconta - ma in questa situazione ho creduto che fosse mio dovere mettermi a disposizione per salvare altre persone".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930