Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Coronavirus, a Genova un laboratorio privato fara analisi per scoprire presenza anticorpi

Coronavirus, a Genova un laboratorio privato fara analisi per scoprire presenza anticorpi

Fino ad oggi era una questione non del tutto chiara ma con il post di una struttura genovese è ormai evidente che esista anche in Liguria la possibilità di scoprire attraverso analisi private, la presenza del coronavirus nel proprio organismo.

A rompere il ghiaccio è il Laboratorio Albaro che questa mattina potrebbe trovarsi subissato di richieste visto linteresse e il dibattito suscitato dal post comparso sulla pagina Facebook del laboratorio.

In sostanza viene annunciata la possibilità ogni attività è stata prima condivisa e lo sarà con gli enti competenti specifica il social media manager della struttura di effettuare un esame che dimostra se siano presenti o meno nel nostro organismo gli anticorpi per il Covid. La risposta contempla anche la possibilità di sapere, come specifica lo stesso Laboratorio, se la malattia è in corso.

Il direttore della struttura è il professor Giovanni Melioli, uno dei più noti virologi genovesi che prima di andare in pensione aveva diretto il laboratorio analisi del Gaslini.

Abbiamo deciso di offrire questa possibilità che è per altro già offerta da altre regioni in Italia, e contemplata dal bando con cui Alisa sta cercando strutture private da affiancare al pubblico per svolgere questi esami spiega Melioli.
Ecco il testo del post Da lunedì 23 marzo, presso il Laboratorio Albaro di Genova, è disponibile il test per la ricerca degli anticorpi per COVID-19. Il test si basa su una tecnologia avanzata (chemiluminescenza) e dopo un periodo di validazione presso il nostro laboratorio, risulta essere riproducibile, sensibile e specifico. A differenza dei test manuali, questo metodo è altamente automatizzato e risponde a tutte le caratteristiche di tracciabilità previste per una moderna indagine sierologica. Per evidenti motivi epidemiologici, il prelievo di sangue per effettuare il test sarà esclusivamente domiciliare. Il prelievo può comunque essere effettuato in qualsiasi momento della giornata senza alcuna conseguenza sulla qualità del risultato. Per informazioni sul prezzo e sulle modalità di esecuzione vi chiediamo la cortesia di contattare Lunedì mattina la struttura al numero 010 362 1769.
Su un pdf allegato il Laboratorio sottolinea poi che: Il test non sostituisce la ricerca diretta del Covid-19 su tampone faringeo, ma può avere comunque unindicazione nei seguenti casi: 1) Verificare uninfezione da Covid-19 in pazienti che non hanno potuto fare il test diretto 2) Verificare se il paziente è immunizzato per Covid-19. In questo secondo caso va tenuto presente che anche se non esistono prove che limmunizzazione sia definitiva (è una patologia molto recente), il numero di reinfezioni descritte è piuttosto scarso e, soprattutto, non si conosce ancora se i pazienti re-infettati avessero sviluppato anticorpi anti-Covid-19.

Col professor Melioli è possibile sintetizzare in questo modo: ad oggi se si è stati contagiati da poche ore/GIORNI, solo il tampone delle strutture pubbliche è in grado di scoprire la presenza del corona virus. Se saranno già trascorsi sette giorni invece, lesame che potrà essere svolto privatamente consentirà di trovare lIgM ovvero gli anticorpi che segnalano la fase iniziale del contagio. Se saranno già passati 15 giorni invece lesame consentirà di individuare le IgG che sono anticorpi che compaiono al termine della fase acuta. Nel primo caso, in sostanza, il paziente potrà avere la malattia in corso, anche se asintomatica, nel secondo la risposta potrebbe accertare che la patologia si è conclusa senza effetti.

Moltissimi sono stati i commenti e le richieste di chiarimenti anche da parte di medici del San Martino.
Il Laboratorio consegnera' i referti nel pomeriggio se il prelievo e' stato consegnato prima delle 14 e il mattino successivo negli altri casi. Il prezzo non è specificato. Non è però chiaro cosa accadrà sul fronte della sanità pubblica, quali saranno le ripercussioni, nel momento in cui un paziente privato dovesse scoprire di avere la malattia in corso o di averla avuta in passato. Non si capisce se esista, al momento, un accordo fra struttura privata e Asl che imponga al primo di comunicare immediatamente i casi positivi anche trascorsi.

Il professor Melioli spiega: La premessa è che per ogni esame debba esserci alla base la richiesta di un medico che, una volta effettuata lanalisi, dovrebbe conoscerne lesito. Quanto allobbligo di segnalazione è stato deciso dalle autorità che il referto sara' consegnato direttamente al medico richiedente che si incarichera' delle scelte terapeutiche del caso: per esempio: In caso i nostri pazienti dovessero risultare con positività in corso, se asintomatici dovranno restare a casa in isolamento o se invece presentassero i sintomi dovranno seguire liter già reso noto dalle autorità sanitarie. Non cambia nulla.

Nei prossimi giorni si vedrà quale sarà la risposta dei genovesi. Sullo sfondo resta inoltre, anzi forse tenderà ad avanzare sulla scena, il tema dellaccesso a determinate prestazioni sanitarie in base al censo in attesa delle scelte che il servizio sanitario nazionale vorrà fare in questo settore.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2020    »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930