Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Coronavirus, positiva una neonata ricoverata a Bergamo: e in isolamento, "ma respira da sola". Ipotesi nuova zona rossa

Un bambino di poche settimane, e non una bambina come si era appreso in precedenza, risultata positivo al coronavirus; è ricoverato nel reparto di Patologia neonatale a Bergamo. Lo conferma l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. "E' arrivato con sintomi alle vie respiratorie, il tampone è risultato positivo. Respira autonomamente e non è in una situazione particolarmente compromessa, ma è in isolamento". La conferma dell'assessore arriva dopo quella dell'ospedale bergamasco Papa Giovanni XXIII. "Da noi c'è un bimbo, abbiamo fatto un tampone per scrupolo perché aveva delle difficoltà respiratorie. Il piccolo non è intubato, respira da sola - precisano -. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione".
A dirlo sono i medici dell'azienda ospedaliera Papa Giovanni, che questa mattina hanno organizzato un incontro stampa per parlare della situazione dell'emergenza coronavirus. Sono quattro i pazienti affetti da coronavirus ma guariti e già dimessi dall'ospedale. "Abbiamo 26 malati di coronavirus a San Giovanni Bianco e 126 al Papa Giovanni - è stato spiegato -. Questo non significa che sono tutti in terapia intensiva che, al momento, ha 25 posti letto, con altri 12 in terapia sub intensiva. Le guarigioni proseguiranno, più pazienti andranno a casa ma nel frattempo ne arriveranno di nuovi da curare. Fondamentale il lavoro che si svolge in terapia intensiva". I pazienti ricoverati sono di età "compresa tra i 50 e i 75 anni - hanno spiegato -. Abbiamo anche un bambino di un anno in terapia intensiva, in prognosi riservata, e due giovani di 35 anni oltre a un anziano di 81 anni".
La crescita dei contagi in provincia di Bergamo "impone una riflessione dei tecnici. Se ci dicono che l'unico modo è di istituire un'altra zona rossa, ne prendiamo atto. A noi interessa la salute dei cittadini", afferma l'assessore Gallera, sulla possibilità di istituire una zona rossa in provincia di Bergamo. "Abbiamo chiesto all'Istituto superiore di sanità di fare le valutazione. E' un dato oggettivo che in quell'area oggi il numero dei contagi è uno dei più alti - aggiunge facendo il punto sull'emergenza coronavirus - Abbiamo chiesto ai tecnici di fare valutazione e di suggerire interventi".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31