Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Coronavirus, il paziente zero dalla Cina ricoverato: e un piacentino

BOLOGNA - Dopo i casi di coronavirus nel Lodigiano la Ausl di Piacenza ha avviato verifiche e controlli anche sul territorio emiliano: il collega rientrato dalla Cina con cui il paziente 38enne è uscito a cena lavora infatti per un'azienda di Fiorenzuola d'Arda (Piacenza), la MAE, ed è ricoverato a Codogno per controlli. Oggi è rimasta chiusa per precauzione. È un'azienda specializzata in impianti per fabbricazione di fibre sintetiche e polimeri per l'edilizia.
I controlli della Ausl sul territorio sono quindi volti a verificare gli eventuali contatti dell'italiano rientrato dalla Cina con dipendenti piacentini dell'azienda.
Il manager sarebbe rientrato dalla Cina tra il 20 e il 21 gennaio: non avrebbe mai dato segni di malessere tranne il 10 febbraio, quando ha manifestato lievi sintomi influenzali. Sarà sottoposto a test e gli esiti verranno diffusi successivamente.
Il lavoratore di Fiorenzuola rientrato dalla Cina a fine gennaio e identificato dal paziente zero come sospettato 1 è attualmente ricoverato per accertamenti scrive il sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi su Facebook -. Nel frattempo a scopo precauzionale è stata inviata una squadra sanitaria per il controllo dei lavoratori nellAzienda MAE di Fiorenzuola. Attualmente sono in quarantena 3 pazienti a Codogno. Nel primo pomeriggio avremo altri aggiornamenti dall ASL Piacenza.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2020    »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930