Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Moscopoli, Cassazione respinge il ricorso di Savoini: "Audio al Metropol e notizia di reato e legittima le indagini"

"La registrazione acquisita dall'inquirente riproduce un accadimento della realtà". È quanto scrivono i giudici della sesta sezione penale della Cassazione nelle motivazioni della sentenza con la quale lo scorso 17 dicembre hanno respinto il ricorso presentato dalla difesa di Gianluca Savoini, ex portavoce di Matteo Salvini e referente dell'associazione Lombardia-Russia, contro l'ordinanza del Riesame di Milano che aveva confermato il sequestro probatorio di due telefoni cellulari, documenti e alcune chiavette usb avvenuto nell'ambito dell'inchiesta su presunti fondi russi alla Lega che lo vede indagato per corruzione internazionale. Il contenuto del file audio costituisce una "notizia di reato" e, come tale, quindi, può essere utilizzata per il prosieguo delle indagini e la ricerca delle prove. L'audio era stato registrato nella hall dell'hotel nell'ottobre 2018 e consegnato dal giornalista ai magistrati avvalendosi del segreto professionale sulla fonte. Il file, secondo la difesa di Savoini, costituisce una captazione illecita e anonima inutilizzabile, mentre per il tribunale del riesame di Milano è una notizia di reato e durante le indagini può essere utilizzata.
L'audio della trattativa tra il consigliere leghista e i russi: "La nuova Europa vicina alla Russia"
Moscopoli, Cassazione respinge il ricorso di Savoini: "Audio al Metropol e notizia di reato e legittima le indagini"

in riproduzione....
Condividi
"La registrazione acquisita dall'inquirente riproduce - si legge nella sentenza depositata oggi - un accadimento della realtà e rimanda al contenuto dichiarativo di soggetti precisamente individuati, grazie alle dichiarazioni del giornalista Vergini, ed anche in mancanza dell'attuale identificazione dell'autore della registrazione, legittima le indagini del pubblico ministero per verificare la portata e la sussistenza della 'notitia criminis' che dal suo contenuto si evince, una volta che siano state positivamente acclarate l'autenticità e l'attendibilità della registrazione stessa: esito questo - aggiungono i giudici del 'Palazzaccio' - già positivamente sperimentato essendo state escluse manipolazioni e interventi esterni sul supporto che contiene la traccia audio ed individuata, anche sulla scorta delle dichiarazioni di Vergini, una 'notitia criminis' sufficientemente delineata e suscettibile di approfondimenti investigativi". Secondo la Corte, "non possono condividersi invece i riferimenti del tribunale ad un presunto riconoscimento del contenuto della registrazione da parte dell'indagato, desumibile dalla sua dichiarata volontà di avvalersi della facoltà di non rispondere" e "altrettanto non condivisibili - si legge ancora nella sentenza - sono le ulteriori osservazioni della difesa sulla possibilità di costringere Vergini a rivelare la fonte della registrazione, trattandosi di procedimento azionabile, qualora la notizia rilevante ai fini della prova, solo nel processo".
[url=http://]
Cronaca


Moscopoli, e una giornalista russa la donna sentita dai pm. Telefonate di Meranda e Savoini registrate con un'app-spia[/url]


di SANDRO DE RICCARDIS e LUCA DE VITO
Nell'ordinanza impugnata i giudici di piazza Cavour riportano le parole del tribunale dell Riesame di Milano, "il fumus delicti che legittima il sequestro probatorio si evince dal contenuto di un file contenente una traccia audio consegnato agli inquirenti dal giornalista Stefano Vergini che riproduce una conversazione intervenuta tra Savoini, Francesco Vannucci e Gianluca Meranda e alcuni funzionari russi", mentre "la conversazione registrata ha ad oggetto un accordo illecito per la retrocessione di importanti somme di denaro a favore del partito politico Lega e dei funzionari russi, coinvolti nella trattativa della vendita di prodotti petroliferi. In particolare, in un passaggio della conversazione, si chiariva come fosse già stato raggiunto un accordo i cui termini essenziali erano riportati in uno screenshot di appunti alla cui ricerca e pertanto funzionale il sequestro" si legge nelle motivazioni.
Savoini chi? Moscopoli, ecco le immagini che imbarazzano Salvini
Moscopoli, Cassazione respinge il ricorso di Savoini: "Audio al Metropol e notizia di reato e legittima le indagini"

in riproduzione....
Condividi
"Savoini lo conosco come una persona perbene e lo riterrò tale sino a prova contraria: qua da mesi si sta parlando di incontri, intercettazione senza che si sia arrivati ad alcun che. Per me è una persona perbene": così il leader della Lega, Matteo Salvini, nell'incontro con la stampa estera.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Февраль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829