Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Il premier Conte a Taranto: vigilia con gli operai dell'ex Ilva. "Sono fiducioso: risolleveremo la citta"

TARANTO - "A Taranto lo Stato ci metterà la faccia". Il premier Giuseppe Conte ha scelto di trascorrere la vigilia di Natale nella città che vive un momento delicato per la questione dello stabilimento ArcelorMittal. "Sono qui per portare la testimonianza dell'attenzione e della premura per questa comunità ferita. Quando sono venuto qui ho promesso che il sistema Italia avrebbe lavorato per alleviare le sofferenze", ha dichiarato. Ma il premier si è detto anche "fiducioso: l'Italia è membro del G7, è impossibile che non riesca a risollevare una città".
Conte come prima tappa è andato all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto per incontrare i medici e visitare alcuni reparti: ha incontrato i medici dell'Oncoematologia pediatrica intitolata qualche giorno fa a Nadia Toffa, la giornalista delle Iene scomparsa prematuramente lo scorso agosto e che era diventata testimonial della vendita solidale delle magliette con la scritta "Ie jesche pacce pe te" (io esco pazzo per te).
[url=http://]
Cronaca


Nadia Toffa cittadina onoraria di Taranto: "Grande impegno per i bimbi dell'oncologia pediatrica"[/url]


Conte non è salito in reparto ma ha portato la sua vicinanza ai bambini ricoverati e alle loro famiglie. Con il premier anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il prefetto Antonella Bellomo e i vertici locali delle forze dell'ordine. Al termine del giro nei reparti, accompagnato dal direttore generale dell'Asl Stefano Rossi, il presidente ha programmato un incontro con i giornalisti e una visita allo stabilimento ex Ilva per porgere un saluto agli operai e ai rappresentanti sindacali nel parlamentino del Consiglio di fabbrica.
Conte dovrebbe infine tornare in città per un incontro privato con l'arcivescovo Filippo Santoro e la cena per i bisognosi con i volontari della Caritas. All'esterno dell'ospedale un gruppo di attivisti di comitati e movimenti ha chiesto la chiusura del siderurgico, la bonifica con il reimpiego degli operai e la riconversione economica del territorio.
"Alcune misure le abbiamo approvate, altre le approveremo. Nel complesso sta venendo una bella risposta che offriamo per il rilancio di questa città. Sono molto fiducioso, l'Italia è membro del G7, è impossibile che l'Italia non riesca a risollevare una città". Lo ha detto il premier Conte in un punto stampa, soffermandosi sul decreto "cantiere Taranto" che il governo è chiamato a varare nei prossimi giorni.
"Stiamo lavorando al piano industriale, abbiamo ormai confermato che ci sarà il coinvolgimento dello Stato, lo Stato ci metterà la faccia. Vogliamo migliorare questo piano, renderlo sempre meno carbonizzato, lo Stato è una garanzia per tutti", ha spiegato Conte. Per poi smentire che quella della vigilia a Taranto sia una passerella: "No, è una passerella perché ci sono i giornalisti: io non vi ho chiamato. Ora, per favore, non mi seguite, andate dalle vostre famiglie come è giusto che sia".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2022    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31