Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Maltempo, codice arancione per le mareggiate. Allagamenti e alberi caduti in Toscana

Mareggiate codice arancio nel lunedì in Toscana. Livorno ha deciso di chiudere il lungomare per il maltempo, circa due chilometri di strada, la cittadinanza è stata avvertita con il sistema di alert. Intanto allagamenti e alberi caduti hanno richiesto decine di interventi dei vigili del fuoco. "Si consiglia prudenza alla guida, specialmente durante il transito nei sottopassi e sulla viabilità prossima al reticolo idraulico minore". E' quanto avvisa di fare la sala operativa della Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze in concomitanza con il codice giallo attivo "per transito di una perturbazione con piogge e temporali localmente di forte intensità su tutto il territorio metropolitano" fiorentino.
Oltre al codice giallo nella domenica toscana fino alle 22: la sala operativa della protezione civile della Regione ha emesso invece il codice arancione per mareggiate dalla mezzanotte di domenica fino alle ore 13 di lunedì 4 novembre e riguarda l'Arcipelago settentrionale (isole di Capraia e Gorgona) e la costa centrale. Motivo, spiega una nota, i mari sono previsti molto mossi a molto agitati a causa del vento forte da ponente. Inoltre, nella notte e per tutto domani codice giallo per vento "anche sull'Alto Mugello e i versanti emiliani dell'Appennino, che saranno colpiti da venti di ponente con forti raffiche, sia dai rinforzi di sud est che arriveranno nel pomeriggio".
Decine di interventi dei vigili del fuoco in Toscana, in particolare nel pisano, per il maltempo e le forti precipitazioni della notte tra sabato 2 e domenica 3 novembre che per alcune ore hanno colpito la provincia. Nessun danno particolare ma sono state una sessantina le richieste di soccorso giunte principalmente per allagamenti e qualche smottamento in varie zone della provincia di Pisa e nell'area di Empoli. Nessuna persona risulta coinvolta. Allagamenti, alberi pericolanti o rami spezzati dal vento e finiti nelle strade a Cascina e Vicopisano. Pompieri in azione poi a Pisa, sul litorale e a San Giuliano Terme per alberi pericolanti e detriti che hanno invaso le strade.
Le principali criticità hanno riguardato Montopoli Valdarno, San Miniato, Calcinaia e Pontedera. La situazione è comunque già tornata alla normalità. A Empoli i vigili del fuoco sono stati impegnati tutta la notte per tre interventi di vuotature di scantinati e cantine. A Fucecchio il Comune ha provveduto ad attivare squadre di protezione civile per sopperire alle richieste di intervento.
Il comune più colpito, riporta una nota della Regione Toscana dedicata al maltempo, è stato San Miniato (Pisa) dove sono stati segnalate criticità ancora in corso di risoluzione: si tratta di allagamenti di fabbricati, scantinati e case a causa della mancata ricezione del reticolo fognario. Stanno intervenendo volontari per il pompaggio dell'acqua e ditte per verificare le fognature. Segnalati alcuni smottamenti sulle strade comunali dove si sta lavorando per il ripristino. In particolare, squadre dei vigili del fuoco e volontari stanno intervenendo nel sottopasso di San Romano allagato per 1,7 metri dove nella nottata è rimasta bloccata un'auto con a bordo una donna che comunque è stata subito soccorsa ed è rimasta illesa. Risolte, poi, tutte le altre criticità su San Miniato così - riferisce sempre la Regione Toscana - come sono già risolti i problemi dovuti a allagamenti della viabilità comunale negli altri comuni. Resta solo un sottopasso chiuso a Fornacette (Pisa).
Durante un forte temporale del pomeriggio di domenica a Firenze un fulmine ha colpito il campanile della chiesa di Santa Maria Ausiliatrice, nel quartiere di Novoli, in via Morosi. Non ci sono feriti, ma è stata danneggiata la parte alta della torre campanaria. Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la struttua. Vietati, finchè non sarà fatta la riparazione, tre ingressi su quattro alla chiesa e un passo carrabile. L'area interdetta è stata transennata.
Maltempo, codice arancione per le mareggiate. Allagamenti e alberi caduti in Toscana

Condividi
Sempre in Toscana, ci sono stati pure smottamenti nella provincia di Massa Carrara con la caduta di piante sulle stradi comunali a Pontremoli e a Zeri. Sulla strada provinciale 66, la strada dei Due Santi che porta dal villaggio degli Aracci verso il passo dei Due Santi, la strada è stata chiusa in entrambe le carreggiate.
Una crepa, infine, si è aperta su un ponte nel comune di Albiano Magra, località al confine tra la provincia della Spezia e quella di Massa Carrara. La crepa si è aperta a causa delle forti piogge che cadono incessanti da stamani. Sul posto i tecnici Anas e i vigili del fuoco. Sempre nello spezzino, ma nel comune di Maissana, una strada è stata interrotta da una grossa frana.
A Piancastagnaio (Siena) una copertura composta di pannelli coibentati è stata completamente divelta dal vento e i pompieri sono intervenuti per la verifica e la messa in sicurezza. Al momento non risultano persone coinvolte. Sempre nella Toscana meridionale un forte temporale, accompagnato da forti raffiche di vento, ha fatto attivare la protezione civile di Manciano (Grosseto) per la caduta di una grossa pianta che ha completamente ostruito la strada dei Pianetti, che si collega alla Sr 74. La strada dei Pianetti è stata al momento chiusa al traffico. Sul posto carabinieri, una squadra della protezione civile specializzata nel taglio e nella rimozione di piante, operai del Comune, con loro il sindaco Mirco Morini.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930