Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Poligrafici Editoriale denuncia il Comitato di Redazione

Poligrafici Editoriale denuncia il Comitato di Redazione
(eikon)
BOLOGNA - Dopo il comunicato del Comitato di Redazione di giovedì che ha proclamato due giorni di sciopero, il Gruppo Poligrafici Editoriale (che pubblica QN, Resto del Carlino, Nazione e Giorno) ha dato mandato ai propri legali per valutare una denuncia in sede penale per manipolazione del mercato e diffamazione.
Il Gruppo, infatti, ritiene che "le affermazioni e i fatti ivi contenuti siano assolutamente falsi, in quanto non corrispondenti alla realtà. In particolare è falso affermare che il Gruppo Poligrafici abbia dichiarato 112 esuberi e che intenda disporre la chiusura di sedi e/o accorpamenti. A fronte di tali gravi forme di travisamento della realtà, il Gruppo Poligrafici, nell'interesse degli Azionisti, degli Amministratori e di tutti i dipendenti, deve difendere il valore delle Testate e delle proprie attività di fronte a tali iniziative. A tal fine è stato dato mandato ai propri legali per salvaguardare tali interessi nelle sedi competenti anche per il tramite di iniziative legali di stampo penale".
La decisione di scioperare era stata presa, avevano spiegato giovedì i cdr del gruppo, "anche alla luce dell'impossibilità di trovare le condizioni per sedersi nuovamente a un tavolo con l'azienda. Secondo i Comitati di redazione non sono sufficienti le promesse di riaprire la discussione sul Piano di riorganizzazione presentato martedì dall'azienda. Da mesi le redazioni subiscono le conseguenze di scelte scellerate da parte dei vertici aziendali, culminate nel varo della nuova grafica e nella presentazione appunto di un Piano che prevede solo tagli al corpo giornalistico e nessun investimento o rilancio, ad esempio su internet. Oltre a comportamenti vessatori e ritorsivi nei confronti di giornalisti".
"Ma è solo la prima di una serie di iniziative - dicono i rappresentanti sindacali - per richiamare l'attenzione sul nostro Gruppo e sulle scelte strategiche sbagliate di Andrea Riffeser Monti, nostro editore e presidente della Fieg. Lunedì 28 ottobre alle 15 è prevista a Bologna, davanti alla sede del Carlino in via Mattei 106, una manifestazione per richiamare l'attenzione sulle difficoltà del nostro Gruppo che sono l'emblema dei problemi che vive il settore dell'editoria. Inviteremo istituzioni, rappresentanti delle associazioni stampa di diverse regioni e sindacati che potranno confrontarsi con i giornalisti. A Bologna ci saranno delegazioni di tutte le testate del Gruppo".
"I giornalisti di Repubblica sono vicini ai colleghi dell'agenzia Askanews dopo l'annuncio dell'editore, Luigi Abete, di voler procedere a 23 licenziamenti, vale a dire un terzo della redazione. Notizia giunta nello stesso giorno in cui il presidente della Fieg, Andrea Riffeser Monti, ha dichiarato 112 esuberi su 238 giornalisti per il gruppo de Il Giorno, Resto del Carlino, La Nazione e QN. Fino a quando i giornalisti saranno i soli a pagare la crisi dell'editoria e la cattiva gestione delle aziende editoriali? Per quanto tempo ancora la politica resterà inerte dinnanzi a un'emergenza che da anni si nutre di licenziamenti a raffica, aumento del precariato e fenomeni di sfruttamento che comportano un inevitabile abbassamento della qualità dell'informazione? ".
È quanto si legge in una nota del cdr di Repubblica. "Per questo, nell'esprimere la solidarietà ai colleghi di Askanews e di QN - prosegue la nota -, il Cdr di Repubblica auspica che il governo si faccia carico della pesante crisi del settore, salvaguardando innanzitutto i posti di lavoro, e le aziende editoriali si siedano al tavolo e affrontino la questione con senso di responsabilità. In gioco c'è qualcosa di più importante della difesa di una categoria: il diritto a un'informazione libera e di qualità tutelato dall'articolo 21 della Costituzione".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Ноябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930