Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ragazzo ucciso a Roma, fermati i due 21enni. "Rapina finita nel sangue dopo scambio di droga"

ROMA - E' terminato l'interrogatorio dei due ragazzi fermati questa mattina all'alba perché sospettati della rapina e dell'omicidio del 24enne Luca Sacchi, il personal trainer ucciso mercoledì scorso davanti a un pub nel quartiere di Colli Albani. Si tratta di due 21enni, di San Basilio. Uno dei due ha precedenti per droga, mentre l'altro è incensurato.Il pm ha confermato lo stato di fermo per i due che devono rispondere di concorso in omicidio. Ora si aspetta la convalida del gip.
Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, questi i nomi dei due fermati, si stavano nascondendo, riferiscono il capo della Squadra Mobile di Roma Luigi Silipo e il colonnello Mario Conio, comandante del Reparto operativo dei Carabinieri di Roma. Uno è stato rintracciato in un residence mentre l'altro in una casa. Sono entrambi del quartiere San Basilio.
L'auto con cui si sono dati alla fuga è stata sequestrata. Ai due si è arrivati anche grazie a una serie di testimoni che hanno fornito elementi determinati per individuare e rintracciare i presunti autori dell'omicidio.

rep


[url=http://]
Approfondimento


Piu rapine e aggressioni: la nuova Roma criminale incattivita dalla droga[/url]


di FABIO TONACCI
Ma a mettere gli investigatori sulle tracce dei sospettati è stata anche la madre di uno dei due. "Temo sia stato mio figlio, forse è coinvolto nell'omicidio di Luca Sacchi" avrebbe detto la donna che nella tarda serata di ieri in un commissariato accompagnata dall'altro figlio per comunicare i suoi sospetti.
Da lì sono poi scattate le indagini dei carabinieri che con la polizia hanno poi bloccato i sospettati. A sparare sarebbe stato l'incensurato. Non è stata ancora ritrovata la pistola, forse una calibro 38, utilizzata dagli aggressori di Luca. Lo riferiscono gli investigatori. Dopo il fermo dei presunti responsabili, le indagini di polizia e carabinieri vanno avanti.
[url=http://]
Cronaca


"Dacce la borsa", poi il colpo: cosi hanno sparato a Luca. La ricostruzione[/url]


di RORY CAPPELLI
Secondo la ricostruzione Luca Sacchi e la ragazza volevano acquistare droga ma poi le cose sono degenerate fino al tragico epilogo. Dai primi accertamenti i due sospettati, notando che nello zainetto della donna c'erano parecchi soldi, si sono offerti di procurare lo stupefacente per poi ritornare armati di pistola e rapinare la ragazza. Alla reazione di Luca hanno poi sparato in testa al giovane. Il ragazzo è stato trasportato all'ospedale San Giovanni in condizioni gravissime e sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ma non ce l'ha fatta, il decesso è avvenuto intorno alle 13 di giovedì. I genitori hanno autorizzato l'espianto degli organi. Lievemente ferita anche la fidanzata
(news in aggiornamento)
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930