Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Whirlpool: "A Napoli stop alle attivita dal primo novembre". I lavoratori bloccano l'autostrada

Whirlpool, stop alle attività nello stabilimento di Napoli a partire dal primo novembre. La multinazionale americana non cede di un passo durante l'incontro a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte e il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Inutlili i tentativi del governo di far rispettare il patto firmato dall'azienda ed evitare la cessione dello stabilimento di Napoli. Rabbia e tensioni tra i lavoratori che hanno bloccato l'autostrada, mentre i sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione in tutte le fabbriche Whirlpool.
Quello con i vertici di Whirlpool "non è stato un incontro positivo - commenta Patuanelli - nonostante la massima disponibilità del governo a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per continuare la produzione sul sito di Napoli, non c'è stata nessuna apertura da parte di Whirlpool". L'azienda "continua a proporre come unica soluzione una cessione del ramo d'azienda sostanzialmente verso l'ignoto", ha aggiunto.
Whirlpool, Patuanelli: "Nessuna apertura dall'azienda"
Whirlpool: "A Napoli stop alle attivita dal primo novembre". I lavoratori bloccano l'autostrada

in riproduzione....
Condividi



La nota Whirlpool


"Whirlpool Emea prende atto con grande rammarico della mancata disponibilità da parte del Governo a discutere il progetto di riconversione del sito. Tale progetto, come più volte sottolineato, rappresenterebbe l'unica soluzione in grado di garantire la salvaguardia occupazionale e la sostenibilità nel lungo periodo dello stabilimento di Napoli". Così in una nota il gruppo Whirlpool Italia commenta l'incontro con il premier Giuseppe Conte oggi a palazzo Chigi sulla cessione dello stabilimento di Napoli.
"Vista limpossibilità di una discussione sul merito del progetto di riconversione e i mesi di incontri che non hanno portato ad alcun progresso nella negoziazione - si legge - lazienda, come comunicato durante la riunione a Palazzo Chigi, si trova costretta a procedere alla cessazione dell'attività produttiva, con decorrenza 1 novembre 2019".
Whirlpool, l'incontro tra Governo e azienda e la rabbia degli operai

La rabbia dei lavoratori


Appresa la notizia, circa 300 lavoratori dello stabilimento di Napoli hanno bloccato l'autostrada Napoli-Salerno dopo aver raggiunto in corteo la rampa di accesso. Gli operai sono usciti in strada dalla sede della fabbrica in via Argine dopo aver appreso dell'esito negativo dell'incontro a Roma. Si sono registrati momenti di tensione quando gli operai si sono trovati davanti le forze dell'ordine.
Whirlpool, rabbia e tensioni: bloccata l'autostrada dopo l'esito negativo dell'incontro tra azienda e governo
Whirlpool: "A Napoli stop alle attivita dal primo novembre". I lavoratori bloccano l'autostrada

in riproduzione....
Condividi
"Stato di agitazione in tutti i siti italiani del Gruppo Whirpool" hanno dichiarato il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, e il coordinatore nazionale Whirpool, Francesco Armandi, spiegando che "l'esito negativo del confronto tra i vertici di Whirpool e il premier Giuseppe Conte, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, visto che non c'è stato alcun passo in avanti rispetto alla decisione unilaterale dell'azienda di cedere lo stabilimento di Napoli, dove si producono lavatrici e sono impiegati ben 420 lavoratori diretti e circa mille dell'indotto, resta per l'Ugl Metalmeccanici un fatto incomprensibile e che desta molte perplessita'". "Chiediamo al governo - sottolineano - di portare al tavolo di Palazzo Chigi i vertici della Whirpool per dare avvio ad un confronto costruttivo mirato al rispetto da parte dell'azienda dell'accordo sottoscritto il 25 ottobre 2018 presso il ministero dello Sviluppo Economico".

L'attenzione del governo


"Posso assicurare ai lavoratori massima attenzione a seguire questa vertenza" ha detto il premier Giuseppe Conte parlando a margine della presentazione al Cnr della Relazione sulla ricerca e l'Innovazione in Italia. "C'è la massima attenzione - ha aggiunto - da parte mia, da parte del ministro Patuanelli, quindi dell'intero governo a seguire questa vertenza".
Whirlpool Napoli, Conte: "L'azienda conferma il piano per la cessione, nessun passo in avanti"
Whirlpool: "A Napoli stop alle attivita dal primo novembre". I lavoratori bloccano l'autostrada

in riproduzione....
Condividi



La situazione degli stabilimenti Whirlpool in Italia


La nota diramata dalla multinazionale torna sulla situazione degli stabilimenti in Italia: "Nonostante ingenti investimenti realizzati negli ultimi anni, lo stabilimento di Napoli non è più sostenibile per via di una crisi strutturale. Il sito opera infatti al di sotto del 30% della capacità di produzione installata a causa del drastico declino della domanda di lavatrici di alta gamma a livello internazionale e di congiunture macroeconomiche sfavorevoli, condizioni non previste né in alcun modo prevedibili al momento della sottoscrizione del Piano Industriale del 25 ottobre 2018. La disponibilità confermata oggi dal Governo e quella inclusa nel decreto per la risoluzione delle crisi aziendali sono misure non risolutive e che non possono incidere né sulla profittabilità del sito di Napoli nel lungo periodo, né sulla competitività di Whirlpool nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa)".
La nota fa riferimento anche agli altri stabilimenti italiani: "Whirlpool EMEA tiene a ribadire la strategicità dellItalia, dove sono impiegate circa 5.500 persone e dove lAzienda ha realizzato investimenti significativi nel corso degli anni, arrivando a costruire la più forte presenza produttiva del settore. In questo contesto, Whirlpool confida nella continua collaborazione con il Governo italiano per supportare la propria forte presenza nel Paese e per garantire che gli investimenti rendano i propri impianti competitivi per il mercato globale".



Le reazioni


"Per la Whirlpool c'è molta preoccupazione, voglio incontrare Conte per avere un confronto su questa vertenza" ha detto il sindaco Luigi de Magistris. "Il governo non è riuscito ad affermare la sua autorevolezza, non è riuscito a far rispettare un accordo firmato dall'azienda. Napoli farà sentire la sua voce ma voglio sentire Conte perchè Patuanelli mi disse che si era defilato e che era il premier a occuparsi della vertenza. Alcuni ministri ci hanno fatto la campagna elettorale su questo".
"L'ennesimo vertice fallito stamane al Mise sullo stabilimento Whirlpool di Napoli racconta purtroppo due cose: primo, l'azione dell'accoppiata Conte-Di Maio nel precedente governo non godeva di alcuna credibilità, tanto da promuovere accordi che l'azienda si sente oggi in diritto di non rispettare, peraltro senza che l'esecutivo stesso per mesi monitorasse la situazione; secondo, la totale incapacità del governo Conte-bis di offrire agli investitori condizioni adeguate per un rilancio della loro presenza nel Mezzogiorno d'Italia, a cominciare proprio dalla manovra finanziaria che si accinge ad approvare". Lo afferma in una nota Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.
"La responsabilità di tutto ciò -spiega- è tanto del M5S, che ha pensato di risolvere il tema Sud con il reddito di cittadinanza, quanto del Pd, che governa quasi ininterrottamente dal 2013 senza mai aver messo in campo una politica economica e industriale capace di contrastare la desertificazione del Mezzogiorno. I due alleati della maggioranza giallo-rossa procedono a braccetto di fallimento in fallimento e a pagare sono i lavoratori e i cittadini, soprattutto quelli meridionali''
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930