Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Crac Fiorentina, il tribunale di Firenze condanna Vittorio Cecchi Gori: "Risarcisca 19 milioni di euro"

Crac Fiorentina, il tribunale di Firenze condanna Vittorio Cecchi Gori: "Risarcisca 19 milioni di euro"

Il produttore cinematografico ed ex patron della Fiorentina Vittorio Cecchi Gori dovrà versare oltre19 milioni di euro di risarcimento per il danno provocato dal crac della squadra viola nel 2002. A deciderlo una sentenza di 39 pagine, con cui il Tribunale civile di Firenze ha riconosciuto Cecchi Gori - già condannato a tre anni e quattro mesi per bancarotta - come unico responsabile del dissesto della società. Scagionati da ogni addebito gli altri consiglieri e amministratori, tra cui Mario Sconcerti, Luciano Luna e Ottavio Bianchi.
Secondo quanto scrivono i magistrati, tra il 1998 e il '99 la Fiorentina sarebbe stata usata dall'imprenditore come una sorta di cassa continua a cui attingere per tamponare la crisi del suo gruppo. I 67 miliardi di lire di prestito ottenuti da Merril Lynch, ottenuti grazie a crediti futuri derivanti dalla vendita degli abbonamenti allo stadio fino all'anno 2010, sarebbero stati dirottati verso altre società che versavano in cattive condizioni. "Seguì poi - si legge nella sentenza - un periodo di progressivo indebitamento e maturò un ulteriore debito di 180 miliardi che venne risolto dagli amministratori con la cessione pro solvendo dei diritti verso la Lega calcio conseguenti alla vendita dei giocatori Toldo e Rui Costa".
Dopo un aumento di capitale di 25 miliardi, per i magistrati "la situazione continuò a precipitare". Tanto che alla fine restò un debito di 20 miliardi di lire, che impedì alla squadra di raggiungere i parametri di bilancio necessari per l'iscrizione al campionato di serie B, con un conseguente effetto domino che portò la squadra al fallimento. Per i giudici fiorentini "l'ideazione delle operazioni fu di Vittorio Cecchi Gori": per questo motivo il tribunale gli ha inflitto un risarcimento record pari a 19 milioni e 75 mila euro. "Faremo appello - ha commentato l'avvocato dell'ex patron viola, Gianfranco Passalacqua - stiamo per presentare richiesta di risarcimento per 300 milioni contro la curatela fallimentare, che all'epoca avrebbe potuto impegnare il provvedimento di esclusione dalla serie B ma non lo fece, con le conseguenze che conosciamo". I magistrati hanno invece respinto in blocco le richieste di risarcimento arrivate da consiglieri, amministratori e membri del collegio sindacale.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930