Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, Steinmeier ascolta in sinagoga il racconto del sopravvissuto all'olocausto

Due capi di Stato a Napoli. Alle 10.45 il presidente tedesco Frank Walter Steinmeier è arrivato alla stazione centrale proveniente da Roma e si è diretto al Goethe Institut in via Cappella Vecchia dove è stato accolto con un applauso da alcuni cittadini. Poi la visita alla vicina sinagoga ebraica.
Nella sinagoga di Napoli, il presidente tedesco Steinmeier ascolta il racconto di Tullio Foa, sopravvissuto all'Olocausto, e invita i "politici di oggi" a fare in modo che simili tragedie non si ripetano. In sinagoga, il Capo di Stato viene ricevuto dal rabbino capo Ariel Finzi, che racconta: "È stato un momento toccante, emozionante. Si è parlato del presente e del passato. Delle Quattro Giornate, del nazismo. E della Shoa. Abbiamo raccontato cosa è successo durante la guerra a Napoli, l'unica città europea che si è liberata da sola dai nazisti, rispetto a tutte le altre che hanno avuto l'aiuto degli Americani. Ha parlato l'ultimo sopravvissuto, Tullio Foa, la guerra è iniziata quando aveva sei anni. E il presidente ha detto che è responsabilità dei politici di oggi far sì che le cose non si ripetano. Siamo stati molto contenti - aggiunge Finzi - che, tra i suoi impegni, il presidente tedesco abbia trovato il tempo da dedicare a una piccola comunità come quella di Napoli. Immagino che anche per lui sia comunque difficile entrare in un tempio e sentirsi dire delle cose molto forti"
Napoli, la visita del presidente tedesco Steinmeier
"Il Sud ha una grande ricchezza culturale e un grande orgoglio - ha detto Steinmeier dopo la visita al Goethe institut - Sono contento di avere incontrato uomini e donne che hanno un grande affetto per la Germania e anche tanti giovani qui a Napoli pensano di trascorrere un periodo della loro vita nel nostro paese. Oggi siamo a Napoli - aveva esordito - il presidente tedesco ieri ho avuto colloqui politici a Roma. Ora siamo nel sud Italia che non conosco bene come invece il nord Italia. Ora, sul balcone del Goethe institut, iniziamo colloqui con persone che possono raccontarci del Sud , dove ho incontrato tante persone che hanno lavorato in Germania negli anni '60, che hanno vissuto la povertà e sono dovute emigrare. Vedrò Mattarella - ha concluso prima di dirigersi verso Villa Rosebery - spero nel pomeriggio di avere tempo per visitare questa splendida città".
E' arrivato in mattinata anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che resterà in città in visita privata fino a domenica mattina. Il Capo dello Stato, accompagnato dalla figlia Laura, è stato accolto dall'applauso di viaggiatori presenti in stazione, ricambiati con il saluto di Mattarella.
Napoli, accolto con un applauso il presidente tedesco Steinmeier
Napoli, Steinmeier ascolta in sinagoga il racconto del sopravvissuto all'olocausto

in riproduzione....
Condividi
I due Capi di Stato pranzeranno assieme a Villa Rosebery, residenza napoletana del presidente italiano. Nel pomeriggio Steinmeier sarà in Centro storico in compagnia del sindaco Luigi de Magistris e successivamente al Rione Sanità per assistere, nella Basilica di Santa Maria della Sanità, all'esibizione dell'orchestra Sanitansamble.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031