Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Turista francese trovato morto in Cilento, "Ancora due anni per geolocalizzare le chiamate urgenti"

Turista francese trovato morto in Cilento, "Ancora due anni per geolocalizzare le chiamate urgenti"
(ansa)
In Italia non è ancora possibile localizzare con precisione le chiamate da telefono cellulare. È anche per questo che ci sono voluti giorni per trovare Simon Gautier. Nemmeno la chiamata del 27enne al 118 è stata d'aiuto: la cella agganciata copriva un'area troppo vasta. Eppure in altri Paesi d'Europa le cose vanno diversamente: c'è una tecnologia, la Advanced mobile location (Aml), che permette di individuare con esattezza la posizione. "Una tecnologia che presto avremo anche in Italia, nelle regioni in cui è attivo il Numero unico 112", dice Alberto Zoli, direttore generale dell'azienda regionale Emergenza urgenza della Lombardia. "Con l'Aml - spiega - quando si fa un numero di emergenza, si attiva automaticamente la localizzazione Gps e si identifica il punto da cui proviene la chiamata con uno scarto di qualche metro".
Oggi invece la procedura per localizzare le chiamate è diversa a seconda se si telefona da una regione in cui c'è il numero unico o no e se si chiama da fisso o mobile. "Nelle zone in cui sono ancora attivi i numeri 118, 115 e così via - continua Zoli - i dati delle chiamate da fisso sono forniti dal gestore, che dà indirizzo e civico. Per quelle da cellulare la centrale operativa non ha accesso diretto ai dati se non con un'interrogazione al Ced Interforze, il sistema informatico del Viminale". Operazione che, a detta di Zoli, può richiedere fino a qualche minuto. Dove è invece attivo il Nue l'interrogazione al Ced è automatica, per cui le informazioni sulla cella arrivano appena la centrale risponde alla chiamata. Ma il risultato, se si telefona da cellulare, non cambia: la rilevazione della posizione esatta non si può fare, ed è per questo che fondamentale fornire sempre un indirizzo o un punto di riferimento per inviare i soccorsi.
In Italia si è iniziato a parlare di Aml nel 2017, ma solo ora si sono chiuse le trattative con Google e Apple per attivare il servizio. "Pochi mesi fa la Commissione 75, in cui convergono i ministeri dell'Interno, della Difesa, dello Sviluppo economico e le Regioni, ne ha approvato l'adozione per il Nue. Usare l'Aml non è obbligatorio, per questo ogni Paese si sta muovendo con i suoi tempi. Qui dovrebbe essere operativa nel giro di un paio d'anni".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30