Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Emilia, operazione contro la 'ndrangheta dei Grande Aracri: arresti anche a Parma

Nuovo colpo alla 'ndrangheta in Emilia Romagna: la polizia ha eseguito una serie di misure cautelari nei confronti di presunti appartenenti alle cosche che da tempo operano nella regione e che sono storicamente legate ai Grande Aracri di Cutro, in provincia di Crotone.
Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi, si legge in una nota, figurano "elementi di primo piano del sodalizio 'ndranghtistico emiliano, tra i quali Salvatore, Francesco (già condannato per associazione mafiosa) e Paolo Grande Aracri, ritenuti ai vertici del clan operante nelle province di Reggio Emilia, Parma (dove sono stati effetuati tre arresti a carico di persone ritenute collegate al clan) e Piacenza, oltre a Giuseppe Caruso, attuale presidente del Consiglio comunale di Piacenza, ritenuto appartenente al gruppo mafioso capeggiato dagli altri".
A Parma i coinvolti sono Giuseppe Lazzarini e Giuseppe Strangio accusati di associazione mafiosa e Claudio Bologna per concorso esterno.
La città piacentina è a guida centrodestra. "Perché io ho mille amicizie, da tutte le parti, bancari... oleifici... industriali, tutto quello che vuoi... quindi io so dove bussare... quindi se tu mi tieni esterno ti dà vantaggio, se tu mi immischi... dopo che mi hai immischiato e mi hai bruciato... è finita" diceva l'esponente di Fratelli d'Italia a un altro indagato, secondo un'intercettazione dell'8 settembre 2015.
La maxi inchiesta segna un duro colpo alla 'ndrangheta in Emilia: riguarda settantadue indagati e ha portato a cento perquisizioni e al sequestro di beni per diversi milioni di euro.
"Nessuna tregua e nessuna tolleranza per i boss, avanti tutta contro i clan" commenta il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini.
'Ndrangheta, il blitz della polizia nella villa dei Grande Aracri a Brescello - Foto
Nell'ambito della stessa operazione è inoltre in esecuzione "un decreto di sequestro preventivo di beni emesso dalla Dda di Bologna nei confronti dei principali appartenenti al gruppo criminale riguardante società, beni mobili ed immobili e conti correnti.
L'escalation della 'ndrangheta lungo la rossa Emilia
I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Bologna su richiesta della Dda. Sono anche in corso un centinaio di perquisizione in tutta Italia nei confronti di soggetti che, pur non essendo destinatari della misura cautelare, sono comunque risultati collegati alla cosca.
'Ndrangheta, il blitz della polizia nella villa dei Grande Aracri a Brescello - Foto
Le indagini nei confronti dei presunti appartenenti alle famiglie di 'ndrangheta sono state coordinate dal Servizio centrale operativo (Sco) della Polizia e condotte dagli uomini della Squadra mobile di Bologna in collaborazione con quelle di Parma, Reggio Emilia e Piacenza.
Aemilia, 1.200 anni di carcere per 'ndrangheta
Gli arrestati sono accusati a vario titolo di associazione di stampo mafioso, estorsione, tentata estorsione, trasferimento fraudolento di valori, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, danneggiamento e truffa aggravata.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031