Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

BOLOGNA - Sta lentamente rientrando l'emergenza maltempo in Romagna dopo i gravi problemi di ieri. Anche se rimane critica la situazione a San Martino di Villafranca di Forlì allagata dopo l'esondazione del fiume Montone. I Vigili del Fuoco sono al lavoro per dare una mano agli abitanti ed evacuare le case laddove necessario.
La piena del fiume Montone a Villafranca: segui la diretta
La strada Lughese è ancora interrotta a causa dello straripamento del Montone. In un sottopasso, inagibile, l'acqua è arrivata fino a due metri. Per tutta la notte si è cercato di chiudere la falla con dei sassi ma la pressione dell'acqua è stata troppo intensa. Questa mattina, l'assessore regionale alla Protezione civile e difesa del suolo e della costa, Paola Gazzolo, sarà a Villafranca per capire sul posto quale sia la situazione, gli interventi necessari e le esigenze dei cittadini coinvolti. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini sarà a Cesena, dove farà il punto della situazione al Ponte Nuovo, sull'argine del Savio, e poi a Forlì dove incontrerà il sindaco Davide Drei.
All'alba esonda il fiume Montone nel Forlivese: le immagini dall'alto
Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

in riproduzione....
Condividi
Il fiume Savio, che ha straripato in più punti, intanto ha diminuito notevolmente la sua portata di acqua scendendo a 5,77 metri dopo aver toccato ieri i 7,51. La nottata in Romagna è stata di allerta e di grande lavoro della protezione civile, dei vigili del Fuoco e delle forze dell'ordine. A Cesena sono continuate fino alle 2 di notte, e riprese stamattina, le operazioni di sgombero detriti sotto le arcate del Ponte Nuovo dove una gru ha rimosso per 14 ore consecutive arbusti e materiale vario.
Maltempo, esonda il fiume Savio in provincia di Forli-Cesena: le riprese aeree
Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

in riproduzione....
Condividi
La circolazione dei treni - era interrotta la linea Rimini-Bologna - è rientrata lentamente alla normalità nella serata di ieri mentre la tangenziale di Cesena ha riaperto stamattina presto. Oggi le scuole sono chiuse a Cesena e in diversi comprensori di Forlì, Ravenna e Cervia.
Anche nel Ravennate il peggio sembra passato, ieri poco prima della mezzanotte sono state riaperte alcune strade che erano state chiuse in via precauzionale come via Bagnolo Salara, via Matellica (sp 64 congiunzione Mensa Matellica e sp 32 confine Crociarone) nei tratti compresi tra l'incrocio con via Mensa (ponte sul Savio compreso), rotatoria con via Ruggine fino alla rotatoria all'incrocio con via Crociarone lato Cannuzzo. L'ultimo bollettino di Arpae prevede precipitazioni deboli residue, confermando per le prossime ore criticità idraulica elevata.
Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

Foto Radio Soccorso Cesenatico (da Emilia Romagna meteo)
Condividi
"Ce la siamo vista brutta, ma per fortuna il peggio sembra passato", dice Paolo Lucchi, sindaco di Cesena, dopo aver trascorso una notte di lavoro per monitorare la situazione maltempo. "Solo poche settimane fa, un'interpellanza ci accusava di aver pulito gli argini dei fiumi con eccessiva furia, ieri abbiamo avuto la riprova che quelle operazioni sono state corrette, necessarie e hanno evitato il peggio, la manutenzione degli alvei ha permesso di evitare danni peggiori".
La spettacolare tracimazione della diga di Ridracoli
Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

in riproduzione....
Condividi
Più tranquillo anche il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale: "Al momento - afferma - non si ravvisano criticità, ma siamo ancora in allerta rossa, dobbiamo mantenere la massima attenzione. Ieri ci sono stati dei momenti in cui abbiamo temuto una situazione molto peggiore. C'è stato un dispiegamento di forze eccezionale da parte di Regione, Protezione Civile e forze dell'ordine che ci hanno permesso di tenere monitorata la situazione. Anche da parte dei cittadini c'è stata molta collaborazione".
Restano chiusi nel Modenese il ponte Alto a Modena e il ponte dell'Uccellino tra Modena e Saliera: la piena del fiume Secchia, fa sapere il Comune, sta transitando regolarmente ma i livelli, anche se in significativa diminuzione, sono ancora troppo alti per consentirne la riapertura. Chiusi sul Secchia anche ponte Motta a Cavezzo e ponte Pioppa a Rovereto, di competenza della Provincia. La riapertura sarà valutata nel corso della mattina dai tecnici.
Aperta alla circolazione via Gherbella dove nella serata di ieri Aipo ha provveduto alla pulizia del Tiepido dai rami che avrebbero potuto rallentare il deflusso dell'acqua sotto il ponte. Pulita e aperta regolarmente al traffico anche la rotatoria di San Pancrazio, dove confluiscono la Nazionale per Carpi e la provinciale proveniente da Campogalliano. Su entrambe le strade si prevedono comunque rallentamenti alla circolazione.

Le piene dei fiumi stanno defluendo


"Le piene stanno defluendo. La situazione più critica si è verificata nelle prime ore di questa mattina a Forlì" nella zona interessata alla rottura dell'argine del fiume Montone "dove c'è il quartiere di Villafranca parzialmente allagato e quindi ci sono interventi di assistenza. Nel resto della regione siamo ancora in allarme perché i livelli dei fiumi in diversi tratti sono ancora molto alti ma non ci sono altre situazioni di emergenza": lo ha detto il direttore dell'Agenzia regionale di Protezione civile dell'Emilia Romagna, Maurizio Mainetti. In Emilia Romagna, l'allerta rossa rimane "sicuramente fino ad oggi a mezzogiorno - ha concluso - poi valuteremo se rientrare su un'allerta arancione o meno".
Il bollettino dell'allerta meteo Emilia Romagna fa il punto sulle piene. Il fiume Savio in Romagna rimane sopra la soglia massima a Castiglione con un livello di 8 metri e 43, in calo dopo il picco di ieri sera con 9 metri ed 80 cm. A Cesena il livello è sceso sotto i 5 metri. Rimane molto alto il fiume Montone. A Ponte Vico è ancora oltre la soglia 3, quella massima, con 7 metri e 76 cm, in calo rispetto ai 8 metri ed 83 cm raggiunti ieri. In Romagna rimangono sopra la soglia 2 ma in calo i fiumi Ronco, Fiumi Uniti e Lamone.
Maltempo: campi e case allagate, l'esondazione del Sillaro nel Bolognese
Maltempo, ancora allerta in Romagna. Villafranca allagata dopo l'esondazione del fiume Montone

in riproduzione....
Condividi
In Emilia Idice e Santerno nel bolognese sono in calo ma sempre sopra la soglia 2, così come il Reno nella zona di Cento. Panaro e Secchia nella zona di Modena sono in calo e sopra la soglia 2 ma il Secchia non ha raggiunto ancora l'onda di piena nella bassa nelle zone di Concordia, Ponte Motta e Pioppa.

Le previsioni Arpae Emilia Romagna


Dalla giornata di venerdì - si legge nel bollettino delle previsioni Arpae - l'ingresso sul mediterraneo occidentale di una nuova area depressionaria atlantica porterà un nuovo peggioramento con piogge sparse sul nostro territorio regionale che potranno risultare più consistenti tra le giornate di sabato e domenica. Temperature in aumento nella giornata di giovedì e successivamente stazionarie con valori massimi comunque ancora inferiori alla media climatologica.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031