Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Roma, anziana morta dopo rapina in casa: 5 arresti. "Colpita alle spalle mentre chiedeva aiuto"

Roma, anziana morta dopo rapina in casa: 5 arresti. "Colpita alle spalle mentre chiedeva aiuto"

Sarebbe stata colpita brutalemente alle spalle mentre tentava di chiedere aiuto a una vicina di casa. Si sta delineando sempre con maggiore chiarezza la dinamica della violenta rapina avvenuta nel quartiere di Montesacro a Roma, a seguito della quale una donna di 89 anni ha perso la vita. Per quella brutale aggressione oggi cinque persone sono state arrestate. Ora devono rispondere a vario titolo della rapina e dell'omicidio di Anna Tomasini. L'anziana, colpita nella notte tra domenica e lunedì scorsi, è deceduta il giorno dopo in ospedale a causa dei traumi riportati.
A eseguire i fermi carabinieri e polizia. I fermati sono 5 rom - quattro di origine serba ed uno di origine bosniaca - di età compresa tra i 20 e 42 anni. La svolta alle indagini, che ha permesso di risalire alla identità dei soggetti, è arrivata quando uno dei componenti del gruppo ha manifestato la volontà di costituirsi, presentandosi alla stazione carabinieri di Cinecittà. I primi elementi indiziari raccolti hanno consentito di risalire ai suoi complici che nel frattempo, in fuga, si erano allontanati dalla capitale.
L'intensa attività info-investigativa ha consentito ai carabinieri, nel giro di poche ore, di rintracciare tutti i componenti della banda: uno di loro è stato rintracciato nel campo nomadi di via Salviati, un altro nei pressi della stazione ferroviaria di Pomezia-Santa Palomba e un terzo in provincia di Torino, quest'ultimo rintracciato grazie alla collaborazione fornita dai carabinieri della compagnia di Moncalieri. Le indagini svolte su un quinto componente della banda, di nazionalità serba, hanno consentito di verificare che lo stesso, nella mattinata di domenica, era stato arrestato dalla polizia di frontiera di Ventimiglia perchè a un controllo era risultato irregolare nel territorio nazionale, nel quale aveva fatto rientro dopo essere stato espulso.
Secondo le prime ammissioni rese ai militari, la sera del 5 maggio scorso, i cinque avevano raggiunto via Pizzo Bernina per commettere il furto all'interno dell'abitazione dell'anziana donna, al secondo piano dello stabile. Dopo aver infranto il vetro di una finestra ed aver fatto irruzione, hanno sorpreso l'anziana, che nel frattempo, accortasi di quanto stava accadendo, era riuscita ad allertare una vicina di casa telefonandole.
In quel momento uno dei malviventi, nel tentativo di bloccare la richiesta d'aiuto della donna, l'avrebbe aggredita alle spalle dietro tramortendola. Tuttavia, come emerso dai primi accertamenti svolti dalla polizia, le urla d'aiuto dell'anziana avevano attirato l'attenzione di alcuni vicini che avevano notato due soggetti scappare dall'abitazione della donna e dileguarsi a bordo di un'autovettura station wagon di colore grigio. Nel corso delle operazioni, i carabinieri e la polizia hanno recuperato e sequestrato la citata autovettura, trovata nella disponibilità di un soggetto bosniaco abitante nel campo di via Salviati.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031