Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Neofascisti contro don Giacomo, il prete dei migranti

Neofascisti contro don Giacomo, il prete dei migranti

Gruppuscoli di neofascisti che fino a poco tempo fa erano solo rigurgiti di un passato remoto oggi, con un mutato clima politico che strizza l’occhio ai nostalgici, assumono un rilievo particolare anche ignobili post scritti contro chi della solidarietà ha fatto una missione. E’ il caso di Azione frontale, l’ennesima banda nera attiva sul territorio genovese che in un post ha duramente attaccato don Giacomo Martino, responsabile di Migrantes da anni impegnato sul fronte dell’accoglienza.

Lo scorso 9 maggio, ha postato una foto in primo piano del sacerdote con scritto "Vergogna". Don Giacomo è stato preso di mira da Azione Frontale per aver accolto una richiesta della Prefettura, riaprendo il centro di prima accoglienza villa Ines, nel quartiere genovese di Molassana, per ospitare i richiedenti asilo che non hanno un posto dove stare, dopo che alcune cooperative hanno rifiutato di partecipare al nuovo bando per i Cas. "Il prete - scrive il gruppo di estrema destra - sul suo profilo continua la sua politica antifascista, ma soprattutto anti-italiana. Un prete non deve fare politica e lucro su un'immigrazione che serve solo a far mangiare chi la gestisce". Sotto al post, una pioggia di violenti insulti a Don Giacomo.

Alcuni militanti di Azione frontale erano stati denunciati assieme ad altri esponenti di CasaPound e Lealtà Azione alla vigilai della commemorazione del missino Ugo Venturini. Erano stati denunciati per affissioni abusive.

Fra i primi a condannare il post con don Giacomo la deputata del Pd Raffaella Paita.

“Confido nel lavoro delle autorità preposte - dice la parlamentare - affinchè accertino gli autori dell’aggressione a Don Giacomo. L’escalation di fenomeni violenti e razzisti non possono che essere frutto di altrettante politiche violente e razziste sotto gli occhi di tutti. Basta fomentare odio.” E ancora: “Gruppi come Azione Frontale, che si ispirano al neofascismo devono essere immediatamente sciolti. Questo è un Paese democratico che condanna ogni forma di violenza e l’apologia al fascismo. Non possiamo consentire che gruppi di violenti possano sentirsi autorizzati ad agire in questo modo criminale.”

“A Don Giacomo - conclude la deputata dem - va tutta la mia solidarietà e gratitudine per il suo impegno a favore dell’integrazione e la solidarietà.”
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031