Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Maltempo, il Savio rompe gli argini: interrotta linea ferroviaria tra Bologna e Rimini. Secchia e Panaro in piena

BOLOGNA - Allagamenti ed esondazioni dei fiumi stanno creando problemi in Romagna in particolare nel Cesenate. Il fiume Savio ha rotto gli argini in più punti, diversi ponti a Cesena sono stati chiusi al traffico. La circolazione sulla rete ferroviaria Rimini -Bologna, tra Cesena e Forlì, è interrotta dalle 7.50 di questa mattina, la piena ha quasi sommerso un viadotto della linea. Tecnici di Rfi sono al lavoro per monitoraggi. È in corso la riprogrammazione dei treni, con possibili deviazioni, cancellazioni e servizi bus.
L'esondazione del Savio è avvenuta alle 9.30 di questa mattina, informano i Vigili del Fuoco che sono intervenuti per recuperare due persone, un disabile con la badante, bloccate nella propria abitazione.
[media=https://twitter.com/emergenzavvf/status/1127840603054780448?ref_src=twsrc^tfw]

Situazione critica anche nel Modenese. I fiumi Secchia e Panaro, e il torrente Tiepido, sono sorvegliati speciali per l'allerta maltempo e la piena in transito considerata rilevante.
A Marzaglia questa mattina alle 5 si è tenuta una nuova riunione del Centro coordinamento soccorsi indetta dalla Prefettura per fare il punto sulle misure precauzionali attivate.
I comuni più interessati dall'ondata di piena sono Modena, Campogalliano, Soliera, Bastiglia, Bomporto. Per motivi precauzionali la popolazione è invitata a portarsi ai piani alti delle abitazioni. Il sindaco di Campogalliano ha disposto già nella serata di ieri provvedimenti di evacuazione di residenti nell'area a valle della cassa di espansione. Chiusi diversi ponti in provincia (Ponte Alto, dell'Uccellino, del Navicello, Curtatona, Gherbella) e disposta per ragioni di sicurezza la chiusura delle scuole di Sozzigalli, Bastiglia e Sorbara.
In mattinata arriveranno circa 20 uomini dell'esercito, su richiesta ieri sera del prefetto di Modena, per monitoraggio e supporto a protezione delle arginature, in raccordo con la Protezione civile. Le arginature sono monitorate da Protezione civile regionale, Aipo, vigili del fuoco e Comuni, con l'ausilio anche di volontari.
Il Comune di Modena fa sapere che la piena provocata dalle piogge in pianura e, soprattutto, in montagna, ha raggiunto il colmo per quello che riguarda il Panaro: è in transito nel territorio modenese e si prevede che duri fino circa alle 9 per poi vedere calare i livelli. Quanto al Secchia il colmo di piena è previsto intorno alle 10.30 e transiterà sul territorio modenese in circa tre ore. Nel pomeriggio di ieri le protezioni delle abitazioni in alcuni punti dei corsi dei torrenti sono state rafforzate con sacchi di sabbia.
Le autorità raccomandano di limitare gli spostamenti in automobile allo stretto necessario e di prestare la massima attenzione nel percorrere ponti, sottopassi, strade sotto l'argine, di non utilizzare interrati e seminterrati.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031