Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Danneggiata la fontana di Luigi Ontani a Vergato: imbrattata col letame

BOLOGNA - E' successo tutto nella notte: la fontana di Luigi Ontani e l'ingresso del museo dedicato all'artista a Vergato sono stati imbrattati col letame. "Un atto gravissimo, un gesto vile e vigliacco. I danni sono pesanti" denuncia Massimo Gnudi il sindaco Pd del paese sull'Appennino bolognese. Sull'opera era infuriata la polemica con attacchi di Forza Nuova e di esponenti dei movimenti cattolici oltranzisti, tra cui il senatore leghista Pillon, che hanno visto nella scultura, inaugurata un mese fa nella piazza della stazione, un'opera satanica. Tanto che oggi era annunciato l'arrivo di un sedicente esorcista, militante di estrema destra.
Danneggiata la fontana di Luigi Ontani a Vergato: imbrattata col letame

L'ingresso del museo dedicato a Ontani
Condividi
Il sindaco dopo giorni di attacchi aveva detto: "Se succede qualcosa all'opera sapremo chi sono i mandati". E' accaduto, purtroppo. "Ora, con l'aiuto delle telecamere del sistema di video sorveglianza, spero che siano individuati gli esecutori. Avevamo paventato il rischio che chi semina odio poi raccoglie violenza, purtroppo ne abbiamo avuto conferma. A queste persone rispondiamo che non hanno offeso solo un artista. Hanno offeso una intera collettività. Vergato non si lascerà intimidire".
Oggi alle 18 Gnudi ha promosso una manifestazione: un corteo che muoverà dal palazzo comunale per raggiungere la stazione. "Sarà un corteo silenzioso perché questa è una aggressione che riguarda tutta la comunità al di là degli orientamenti politici e religiosi. Non stiamo difendendo solo l'arte, ma la democrazia".
Danneggiata la fontana di Luigi Ontani a Vergato: imbrattata col letame

Luigi Ontani davanti alla sua opera inagurata un mese fa
Condividi
L'opera riproduce un fauno che simboleggia il Reno, il fiume della vallata, che porta sulle spalle un putto (il torrente Vergatello); dal basso spunta un Tritone che rappresenta l'Appennino. Luigi Ontani, pittore e scultore di fama, originario di Vergato, aveva risposto ieri dalla sua casa romana dicendosi letteralmente sbalordito: "Io satanista? Ma andiamo! Ho sempre giocato con allegorie, leggende e immaginazione cercando nell’arte uno sguardo diverso dal reale quotidiano. Questi sono dei barbari, dei primitivi. Se si divertono a credere al gatto nero e al numero tredici facciano pure. Non mi aspettavo un coro di elogi, ma alle critiche c’è un limite". Che è stato oltrepassato.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031