Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Genova, cadavere in mare senza identita. Giallo sui due fori di pistola in testa

Genova, cadavere in mare senza identita. Giallo sui due fori di pistola in testa
La spiaggia di Voltri dove è stato trovato il cadavere
Secondo le autopsie dovrebbe trattarsi di suicidio, anche se la Procura ha aperto l’inchiesta per omicidio

Un solo colpo di pistola, sparato da distanza molto ravvicinata. Probabilmente puntando la canna dell’arma in bocca. Si sarebbe suicidato così l’uomo trovato in mare ieri mattina, anche se il pm di turno, Marcello Maresca, ha aperto un fascicolo per omicidio. Il magistrato precisa che questa ipotesi di reato è tecnica, necessaria per compiere gli esami autoptici sul cadavere. Che ieri pomeriggio, a tamburo battente, sono stati effettuati dal medico- legale Luca Vallegra. E i riscontri a quanto pare lascerebbero pochi dubbi.
E però su quel corpo, visto da un pescatore galleggiare alle 6 del mattino a mezzo miglio al largo della diga di Voltri- Prà, vi sono tantissime cose da chiarire. L’uomo, dell’apparente età tra i 55 ed i 60 anni, di carnagione chiara (europea) non aveva documenti addosso. È certo che la barba curata, i capelli diradati, scuri e ben tenuti non fanno pensar ad un clochard. Occhi scuri e nessun altro segno particolare che possa servire alla identificazione. Ben vestito, con abbigliamento interamente griffato: jeans e maglietta Napapiri, scarpe New Balance, giubbotto tecnico Canadian; tutta roba di buona fattura. E persino un orologio (costoso) tipo Rolex al polso.
L’autopsia ha evidenziato che il cadavere non presenta acqua dentro i polmoni, segno che la morte è avvenuta prima di essere finito in mare. Nessuna ogiva del proiettile è stata trovata all’interno del cranio. Solo due fori: uno (probabilmente) di entrata nella parte retrostante del palato, l’altro ( forse di uscita) nella zona della nuca. Due denti ( incisivi) rotti dallo sparo. « Un colpo esploso dal basso verso l’alto spiega Marco Calì, primo dirigente della Squadra Mobile di Genova che compie le indagini affidate alla Sezione Omicidi – : dovrebbe trattarsi di un suicidio». Tuttavia, anche certe esecuzioni possono avvenire con le stesse modalità e perciò la magistratura non esclude che al momento possa trattarsi di omicidio. Comunque, per ora è un giallo. Almeno fino a quando non si saprà l’identità. Gli uomini della scientifica hanno prelevato le impronte digitali, ma dal database della polizia non emerge alcuna corrispondenza. Quell’uomo non è mai stato arrestato, mai fotosegnalato.
Ieri mattina, poco dopo l’alba, il pescatore dilettante che in quel momento era sulla diga foranea di Voltri- Prà, ha chiamato la Capitaneria di Porto e nel giro di pochi minuti sul litorale è arrivata una motovedetta della Guardia Costiera, che ha recuperato il corpo. Subito dopo è stato diramato un dispaccio alle Capitanerie ed alle forze dell’ordine di tutta Italia, per sapere se nella giornata di ieri ( o nei giorni precedenti) vi siano state segnalazioni di scomparse. Comunque, gli esami autoptici dicono che l’uomo potrebbe essere rimasto in acqua non più di due ore, quindi si suppone che sia finito in mare non lontano da Voltri e con ogni probabilità trascinato dalle correnti che nella notte avevano direzione Sud-Est, quindi verso Levante. Ieri è stato fatto un sommario calcolo dei venti e dei flussi marini. Inoltre, in queste ore si stanno setacciando le scogliere e le spiagge del Genovesato, maggiormente a Ponente, in cerca della pistola ed anche di eventuali documenti o altre tracce.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031