Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Fascisti a Predappio: il caporedattore del TgR Emilia Romagna si e dimesso

BOLOGNA - Era già partita la resa dei conti in casa Rai. Ed ora salta il caporedattore del Tg3 regionale dell'Emilia Romagna dopo il servizio andato in onda domenica 28 aprile nell'edizione delle 19.30, sulla commemorazione di Benito Mussolini avvenuta a Predappio. Antonio Farnè si è dimesso. Al suo posto arriverà Ines Maggiolini. Al capo redattore Tgr Lombardia, attualmente vice direttrice Tgr con delega sulle redazioni Emilia Romagna e Sardegna oltre che responsabile delle Rubriche Tgr, è stato affidato l'interim della redazione Emilia Romagna.
Il servizio, realizzato dal giornalista Paolo Pini, era stato contestato da più parti per la mancata presa di distanza, "due minuti di interviste e immagini, con tanto di saluti romani, sulla manifestazione fascista" per dirla con le parole del deputato Pd Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai che per primo aveva sollevato il caso e usato parole durissime: "apologia del fascismo". Immediatamente la direzione della Tgr, con il direttore Alessandro Casarin, aveva preso le distanze dal servizio e sul caso era interventuo l'ad Rai Fabrizio Salini aprendo una indagine interna.

rep


[url=http://]
Approfondimento


Saluti (romani) da Predappio. Il rito stanco dell'omaggio al Duce [/url]


di GABRIELE ROMAGNOLI
Durissima era stata l'Anpi: "Un servizio vergognoso e gravemente lesivo del dettato antifascista della Costituzione repubblicana, due minuti di oltraggio all'Italia", avevano scritto il vice presidente nazionale Gianfranco Pagliarulo e il segretario Andrea Liparoto. E proteste veementi erano arrivate anche dalle sezioni provinciali dei partigiani di Modena e Bologna: "Quello che è andato in onda nel telegiornale dell’Emilia- Romagna non può definirsi informazione, meno che mai può definirsi servizio pubblico. E ciò che è stato trasmesso per ben due volte non può essere una svista" bensì "apologia di fascismo, un reato per la legge".

rep


[url=http://]
Commento


Predappio tv, la sagra nera[/url]


di SEBASTIANO MESSINA
Il servizio finito sotto accusa era stato messo in onda su autorizzazione del caporedattore. Antonio Farnè, ex presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, ha dunque rimesso il mandato e - si legge in una nota della Rai - il direttore Alessandro Casarin ha accolto questa decisione. "Nei prossimi giorni l'azienda avvierà le procedure per l'attivazione del Job Posting per individuare il nuovo responsabile della redazione Tgr Emilia Romagna".
Antonio Farnè, in Rai da oltre vent'anni, era stato nominato caporedattore del Tgr Emilia Romagna a marzo 2017. Il suo destino ora? Resta a disposizione del direttore Alessandro Casarin per un nuovo incarico nell'ambito della Tgr. Nel frattempo si preparano le grandi manovre per la sua successione. Così scaldano i muscoli Ivan Epicoco, già grande rivale dell’attuale caporedattore, e Gabriele Pasini. Di loro si parla dopo il ritiro dalle competizioni per il vertice di un altro dei nomi storici della Rai bolognese, come Filippo Vendemmiati, il quale su Facebook aveva usato toni durissimi a commento del servizio di Predappio: "Vergogna".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Май 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031