Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

"Vieni, c'e una festa", ma in due la stuprano: arrestati a Viterbo consigliere comunale e militante di CasaPound

VITERBO - Credeva di essere al sicuro, invitata a una festa privata tra simpatizzanti della stessa fede politica, il mondo dell'estrema destra di CasaPound. E invece era solo una scusa per abusare di lei. Un consigliere comunale e un militante dell'associazione di estrema destra hanno fatto bere la donna per cercare di farle perdere il controllo e poi, quando lei ha cercato di reagire alle loro attenzioni, l'hanno picchiata. Un pugno, un altro, fino a stordirla, a renderla come un oggetto incapace di difendersi. E a questo punto l'hanno violentata a turno per ore, ripresa col cellulare senza pietà mentre abusavano di lei.
Violenza sessuale di gruppo in un circolo di Viterbo, un pub diventato una sede ufficiale di CasaPound e di cui i due avevano le chiavi. E' questa l'accusa contro due giovani della zona, di 19 e 21 anni, arrestati questa mattina dalla polizia. La vittima è una donna di 36 anni.
Viterbo, stupro di gruppo: gli arresti del consigliere comunale e del militante CasaPound
"Vieni, c'e una festa", ma in due la stuprano: arrestati a Viterbo consigliere comunale e militante di CasaPound

in riproduzione....
Condividi
Uno di loro è il 21enne Francesco Chiricozzi è un consigliere comunale di CasaPound di Vallerano, un piccolo comune alle porte di Viterbo. Anche l'altro, Marco Licci, 19 anni, sarebbe un militante dell'organizzazione politica di estrema destra. Secondo la ricostruzione della polizia i due, che avevano le chiavi del locale, la notte del 12 aprile hanno fatto bere la donna, anche lei simpatizzante di estrema destra, in un pub non distante e poi l'hanno convinta a seguirli nella sede del loro circolo dicendo che era in corso un'allegra festa tra "camerati". I due avevano le chiavi per entrare ma la festa era solo una invenzione. Non c'era nessuno, la donna ha capito che era una trappola, ha cercato di fuggire ma, difronte alla sua resistenza, l'hanno stordita con pugni e poi hanno abusato sessualmente di lei per ore.
"Vieni, c'e una festa", ma in due la stuprano: arrestati a Viterbo consigliere comunale e militante di CasaPound

Il pub di Viterbo diventato sede di Casapound dove si sarebbe svolta la violenza di gruppo contro una donna di 36 anni
Condividi
I poliziotti avrebbero ritrovato anche filmati dello stupro sul cellulare di uno dei due giovani. Questa mattina sono scattate le ordinanze di custodia in carcere per violenza sessuale aggravata.

Sui social aveva messo il manifesto fascista: "Proteggi le donne: potrebbero essere tua madre, tua figlia, tua sorella". E gli arrivano insulti


E' un leone della tastiera Francesco Chiricozzi, sui social frequenta tutto l'armamentario del Ventennio, inneggia a Mussolini, piazza foto del quadro di Arnold Böcklin più amato da Hitler, cita frasi nostalgiche di D'Annunzio e Julius Evola. Si distingue anche per aver pubblicato su Instagram la foto razzista di un manifesto della propaganda fascista con un soldato di colore che aggredisce una donna bianca e la scritta: "Difendila, potrebbe essere tua madre, tua moglie, tua sorella, tua figlia". E sotto il commento: "La prossima Pamela, la prossima Desirèe potrebbe essere tua figlia, tua moglie o tua sorella. Sveglia" riferendosi alle tragedie di Pamela Mastropietro e Desirée Mariottini, entrambe violentate e uccise.
"Vieni, c'e una festa", ma in due la stuprano: arrestati a Viterbo consigliere comunale e militante di CasaPound

Condividi
"Devi marcire in galera", compare tra i commenti rilasciati, nel giro di qualche ora, dagli utenti al post di Chiricozzi. "Com'era? Violentano le nostre donne?". E tra numerosi insulti, c'è anche chi gli chiede: "Prima gli italiani: intendi anche nello stupro?".

Da Di Maio a Salvini, tante voci di condanna. Zingaretti: "Noi parte civile al processo"


Il primo commento, durissimo, è della ministra della Difesa Elisabetta Trenta (M5S) che dice, tra l'altro: "Balordi che la pagheranno cara". Poco dopo, la nota altrettanto dura del vicepremier Luigi Di Maio: "Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara. Se quanto riporta la stampa in queste ore corrisponde al vero mi auguro si facciano 30anni di galera. La mia vicinanza e tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia".
Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, su Viterbo riparla di castrazione chimica: "Nessuna tolleranza per pedofili e stupratori: la galera non basta, ci vuole anche una cura. Chiamatela castrazione chimica o blocco androgenico, la sostanza è che chiederemo l'immediata discussione alla Camera della nostra proposta di legge, ferma da troppo tempo, per intervenire su questi soggetti. Chiunque essi siano, bianchi o neri, giovani o anziani, vanno puniti e curati". "A Viterbo una violenza schifosa. Come presidente del Lazio assicuro che ci costituiremo parte civile contro questo orrore. Combattiamo e combatteremo sempre per sconfiggere violenza, machismo e ogni loro espressione". Così su twitter il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd, Nicola Zingaretti.
Il leader di Casapound Simone Di Stefano fa sapere che "la persona in questione è stata immediatamente espulsa da CasaPound ed ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale. Qualora risultasse colpevole auspico una pena durissima. Come per ogni altro infame stupratore".

Il sindaco di Vallerano: "Qui, alle ultime elezioni Casapound ha preso il 20%"


A Vallerano, il piccolo centro alle porte di Viterbo in cui Chiricozzi era consigliere comunale d'opposizione, "alle ultime elezioni comunali Casapound ha preso il 20%, pari a 300 voti. Il punto è proprio questo: 300 persone, che conoscono bene fatti e persone, hanno deciso di votarli", così dice il sindaco Adelio Gregori, riconfermato alle amministrative del giugno 2018 con una lista civica, "Obiettivo Vallerano Duemila18", appoggiata dal centrosinistra. "Quando si ricopre un ruolo istituzionale - dice - bisogna essere di esempio. Conosco bene la famiglia del consigliere comunale arrestato, Francesco Chiricozzi, sono persone rispettabili. Quello che è accaduto è davvero assurdo e gravissimo", sottolinea il sindaco, che difende i cittadini che rappresenta: "Siamo una comunità accogliente e disponibile, portiamo avanti tante iniziative di volontariato, Vallerano non è quello che emerge oggi".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031