Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Bullismo, a Lecce studente preso per il collo e sbattuto a terra davanti al prof: in ospedale

LECCE - E' in una scuola media della provincia di Lecce il un nuovo episodio di bullismo ai danni di un adolescente, preso di mira e da tempo oggetto di vessazioni, che sarebbe stato afferrato per il collo da un coetaneo più forte di lui e sbattuto più volte per terra. L'adolescente è finito in ospedale e la madre, che aveva più volte segnalato le sopraffazioni nei confronti di suo figlio, ha scritto ai servizi sociali denunciando il caso e accusando anche i docenti di non essere intervenuti.
Le violenze finite con le lesioni medicate in ospedale, secondo la segnalazione fatta dalla donna sarebbero avvenute durante la ricreazione. Dopo essere stato afferrato per il collo, sollevato e sbattuto più volte per terra, la giovane vittima è finita in ospedale con gli evidenti segno della violenza subita. La mamma, stanca di non ricevere ascolto dopo avere più volte segnalando il caso, ha scritto ai servizi sociali e al dirigente della scuola, allegando foto dei segni dell'aggressione e la certificazione medica.
Tutti i ragazzi coinvolti nella vicenda hanno meno di 14 anni, quindi non sono perseguibili penalmente, ma l'autorità giudiziaria sta approfondendo il caso per verificare se ci siano responsabilità da parte del personale docente, che secondo la segnalazione della mamma, pur essendo stato informato e in qualche caso avendo assistito alle aggressioni, avrebbe sminuito la cosa e non sarebbe mai intervenuto per fare cessare le violenze.
Circa un anno fa a Lecce era emerso tra i fatti di cronaca un altro episodio di bullismo in classe, questa volta tra ragazzi più grandi, in un istituto tecnico. Uno studente aveva preso a bersaglio un compagno di classe con continui atteggiamenti prevaricatori, utilizzandolo persino come cancellino umano sulla lavagna. Il fatto era stato filmato con un cellulare e anche in questo caso era stata la mamma della vittima, dopo aver visto le immagini, a denunciare la vicenda. Ora l'aggressore è sottoposto a procedimento penale che si dovrebbe concludere a giorni.
Ma il Salento è anche il territorio da cui è partita la battaglia contro il bullismo dei ragazzi dell'istituto Galilei-Costa di Lecce che hanno fondato il movimento Mabasta, promuovendo una serie di iniziative e progetti che hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti nazionali, divenendo talmente popolari da essere invitati come ospiti al Festival di Sanremo di qualche anno fa.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031