Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

La rivolta di Torre Maura contro i rom: la procura di Roma indaga per odio razziale

La Procura di Roma apre un fascicolo di indagine sugli scontri avvenuti nella tarda serata di ieri nella zona di Torre Maura dove circa 200 abitanti della zona, supportati anche da militanti di Casapound, sono scesi in strada per protestare contro il trasferimento di alcuni rom in un centro di accoglienza di proprietà del Comune in via dei Codirossoni.
Roma, proteste a Torre Maura contro l'arrivo dei rom: incendiata un'auto
La rivolta di Torre Maura contro i rom: la procura di Roma indaga per odio razziale

in riproduzione....
Condividi
A piazzale Clodio sono in attesa di una informativa dalle forze dell'ordine intervenute. I reati ipotizzati, al momento, sono di danneggiamento e minacce aggravate dall'odio razziale.nel corso di una vera e propria rivolta, sono stati dati alle fiamme un cassonetto e un'auto in sosta lungo la strada noleggiata dalla coperativa che opera nella struttura. Nel corso dei tafferugli sono stati calpestati e distrutti i panini destinati ai rom: "Devono morire di fame" hanno urlato alcuni. "Dateci i terremotati, gli zingari non li vogliamo".
Roma, protesta a Torre Maura: calpestano i panini destinati ai rom accolti nel quartiere
La rivolta di Torre Maura contro i rom: la procura di Roma indaga per odio razziale

in riproduzione....
Condividi
La Digos di Roma è al lavoro per individuare gli autori della violenta protesta. A breve potrebbero esserci i primi identificati che rischiano la denuncia. Le posizioni verranno vagliate per chiarire le singole responsabilità. Al momento circa trenta abitanti si trovano all'esterno del centro di accoglienza di via dei Codirossoni per 'presidiarlo'. Nella tarda serata di ieri, dopo le barricate con i cassonetti dati alle fiamme, è andata anche a fuoco un'auto in sosta lungo la strada noleggiata dalla cooperativa che opera nella struttura.
Intanto questa notte, dopo un lungo vertice, il Campidoglio si è piegato alla protesta e ha annunciato che i rom saranno ricollocati altrove. Le 70 persone (33 bambini, 22 donne delle quali tre in stato avanzato di gravidanza) saranno spostati nelle altre strutture cittadine "entro sette giorni. La decisione è stata presa al termine di un lungo incontro svoltosi nella presidenza del VI municipio tra una delegazione dei cittadini della zona e il capo di gabinetto della sindaca Raggi, Stefano Castiglione, la dirigente dell'ufficio rom del Comune, il minisindaco.
"Da oggi la Sala operativa sociale del Campidoglio inizierà a svuotare il centro - aggiunge Romanella - certo si parla tanto di integrazione e da qualche parte si sarebbe dovuto iniziare - ammonisce - in questo caso siamo proprio caduti dal pero, non eravamo stati informati di nulla. C'è stato un grave difetto di comunicazione (col Comune, ndr), non deve più accadere".
"Per noi la decisione del Comune è una grande vittoria - dice Giuseppe Di Silvestre - se non manterranno la parola, torneremo in strada al fianco dei cittadini". La rabbia è tanta. Altri residenti, estranei ai movimenti di destra, non si fidano dell'esito della promessa del Comune e rilanciano la protesta. Forza Nuova annuncia un presidio permanete "dalle 19 di oggi fino a quando l'ultimo rom non sarà andato via".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июль 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031