Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Violenza sessuale nell'ascensore della Circum, la vittima: "Delusa e amareggiata". Oggi ? stato scarcerato un altro ragazzo

"Sono delusa e amareggiata, soprattutto perchè non riesco a comprendere come sia possibile prendere una decisione del genere, che mi fa solo pensare che non sono stata creduta nel mio racconto". La giovane di 24 anni di Portici (Napoli), con queste poche parole, affida al suo avvocato, Maurizio Capozzi, il suo dolore .
Oggi c'è stata, infatti, la seconda scarcerazione nell’inchiesta sulla violenza sessuale ai danni di una ragazza di 25 anni avvenuta in un ascensore della stazione di San Giorgio a Cremano della Circumvesuviana.
Il tribunale del Riesame ha disposto il ritorno in libertà di Antonio Cozzolino, diciannove anni.
"Mi piacerebbe - dice ancora al suo legale la ragazza -che qualcuno mi spiegasse perche avrei dovuto raccontare tutto questo. Avevo provato a farmi una ragione sulla prima scarcerazione perche magari l'atteggiamento del primo potesse non apparire come violenza, ma nel caso degli altri due io sono rimasta immobile senza avere modo di muovermi o accennare la minima reazione. Confermo che se avessi saputo tutto questo non avrei denunciato. Sono stata interrogata per ore dalla polizia, dai magistrati e dagli psicologi. Ho cercato di dare il massimo contributo, e a che è servito?"
Nei giorni scorsi, era stata annullata la misura cautelare nei confronti di Alessandro Sbrescia, il più giovane del gruppo con i suoi diciotto anni appena compiuti e anche il primo a proporre ricorso attraverso gli avvocati Eduardo Izzo e Giuseppina Rendina. Il collegio ha accolto l’istanza dei difensori e ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare. Resta in carcere un terzo ragazzo per il quale il ricorso non è stato ancora discusso.
Le motivazioni saranno depositate nei prossimi giorni. Gli indagati si sono difesi sostenendo che il rapporto con la ragazza era stato consenziente. Tesi che la vittima, assistita dall’avvocato Maurizio Capozzo, ha invece sempre escluso. A sostegno della ricostruzione della 25enne, il gip aveva ricordato che la ragazza era stata soccorsa da un passante poco dopo il fatto mentre era su una panchina della stazione in lacrime.
In udienza era stato consegnato un referto che confermava la tesi della violenza.
"Due dei presunti stupratori della giovane violentata a inizio marzo in un ascensore della Circumvesuviana sono stati scarcerati e sono tornati in libertà. Proprio oggi c'è stata la seconda scarcerazione, disposta dal Tribunale del Riesame. Ora, non sta a me entrare nel merito della decisione presa, ma permettetemi di dire che è una vergogna che, a poche settimane dalla violenza, due di quei tre delinquenti siano già liberi di andarsene in giro a farsi i cavoli propri." Lo scrive in un post su facebook il vicepremier Luigi Di Maio.
"L'impatto psicologico deve essere stato devastante e chi dovrebbe pagare viene rimesso in libertà? Io una cosa del genere non posso accettarla. È evidente che c'è qualcosa che non va in questo Paese. Chi compie uno stupro, per quanto mi riguarda, deve passare il resto dei suoi giorni in carcere! Ognuno ha diritto di difendersi, lo prevede il nostro ordinamento giuridico, ma chi è accusato di violenza sessuale contro una donna deve poterlo fare dal carcere", sottolinea.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Апрель 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930