Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Bologna, morti due fratellini precipitati dall'ottavo piano. Il padre in questura: "? stata una tragedia"

BOLOGNA - Tragedia in periferia a Bologna. Due fratellini di 11 e 14 anni, David e Banjamin Natan, sono morti dopo essere precipitati dall'ottavo piano di un palazzo in via Quirino di Marzio stamattina intorno alle 10. I vicini di casa hanno dato l'allarme accorgendosi dei due corpi sull'asfalto nel cortile interno. I soccorritori hanno tentato invano di rianimarli, per loro non c'era più nulla da fare.
Non si conoscono ancora le cause di quello che è successo. La tragedia ha colpito una famiglia originaria del Kenya con quattro figli. La polizia sta interrogando il padre che al momento del fatto era all'interno dell'appartamento con i due ragazzini poi deceduti. Portato in questura, l'uomo avrebbe detto che "è stata una tragedia". Al momento della disgrazia la moglie, con gli altri due bambini, era fuori casa.
Sul posto sono arrivati il Pm di turno, i servizi sociali del Comune e il presidente del Quartiere Vincenzo Naldi.
I residenti sono sotto shock. Il racconto di un vicino di casa, Franco Pizzuti, è straziante: "Stavo andando al bar, erano le 10.25, ho visto la scena e un mio amico ha chiamato l'ambulanza. Quando ho visto i soccorritori mettersi le mani nei capelli ho capito...per quei due ragazzini non c'era niente da fare". E aggiunge: "Li conoscevo di vista, qui ci conosciamo tutti. Ogni mattina vedevo la mamma che accompagnava i più piccoli all'asilo". Ismael, 28 anni, dice: "Abito al primo piano e ho sentito solo il rumore dei corpi a terra, erano da soli in casa col padre". Poi racconta: "L'anno scorso il padre chiuse i due bambini in bagno, vennero la polizia e i vigili del Fuoco. Lui credo non lavori, la madre fa la parrucchiera. Se ci fosse stata lei si sarebbero salvati".
A quanto si apprende la famiglia non era seguita dai servizi sociali, eccezion fatta per il sussidio economico che percepiva destinato alle famiglie numerose.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Июнь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930