Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli per il FridaysforFuture: "Non c'? pi? tempo da perdere. Siamo in cinquanta mila e siamo pronti ad agire". Tensioni con la polizia

"Il futuro del paese siamo noi". E' un grido di rabbia e lotta quello degli studenti di Napoli e provincia che da stamattina hanno invaso le strade del centro città. Tensioni e spintoni con la polizia all'altezza dei Cavalli di Bronzo, dove è stato bloccato il corteo per l'arrivo in città del ministro Salvini e il timore di contestazioni da parte di alcuni rappresentanti dei Centri sociali che stamattina si sono uniti alla marcia dei ragazzi. I manifestanti si sono tinti le mani e il volto con pittura verde per protesta.
Fridayforfuture, a Napoli i ragazzi immaginano il futuro per i loro figli. Tensione con la polizia
Napoli per il FridaysforFuture: "Non c'? pi? tempo da perdere. Siamo in cinquanta mila e siamo pronti ad agire". Tensioni con la polizia

in riproduzione....
Condividi
Dopo il blocco, il corteo, grazie alla mediazione del presidente del consiglio comunale Sandro Fucito che era in delegazione con consiglieri comunali e assessori presenti al corteo, in contatto telefonico con il questore, è finalmente arrivato, intorno alle 13,20 in piazza Plebiscito, dove il ministro dell'Interno però era atteso solo per le 15. L'accordo era che il corteo si sarebbe sciolto per le 14, e comunque c'era stata una autorizzazione per quel percorso.
Napoli, corteo per il clima, tensioni con la polizia
Napoli per il FridaysforFuture: "Non c'? pi? tempo da perdere. Siamo in cinquanta mila e siamo pronti ad agire". Tensioni con la polizia

in riproduzione....
Condividi

Le rivendicazioni dei manifestanti in difesa della terra


I ragazzi rivendicano una rottura politica con un sistema economico che per loro sta distruggendo il pianeta. Il corteo, pacifico e senza simboli dei partiti, raccoglie le istanze degli studenti delle scuole, degli universitari e dei movimenti ecologisti. 'Non violentate madre natura' è tra gli slogan più gettonati, secondo questi ragazzi non c'è più tempo da perdere: "bisogna pensare a un nuovo sistema energetico per salvare il pianeta". A sfilare tanti bambini, anche piccolissimi, con le mamme. Lungo il corteo canti (Bella Ciao" e i 99 posse, Imagine di John Lennon) e slogan.

La partenza del corteo per il #FridayforFuture


Il corteo è partito con un po’ di ritardo, anche perché non c’è una vera organizzazione politica. Ci sono gli studenti con molti dei loro professori e i centri sociali. Sono ragazzi autentici. La questura parla di 20 mila partecipanti. I ragazzi con i megafoni gridano. "Siamo in 50mila".
Napoli, studenti in piazza in difesa del clima, tutti con la maschera degli animali a rischio per il riscaldamento globale
Il corteo è partito, in piazza Garibaldi, con un Flash mob organizzato da Legambiente con un gruppo di giovani con il viso coperto da maschere di pinguini e orsi, animali a rischio per il surriscaldamento del pianeta.

Il Flash Mob contro Salvini


Secondo Flash mob davanti alla Regione in via de Gasperi, dove ci sono gli uffici dell'Ambiente. Qui i centri sociali si sono staccati e hanno incollato ai muri i volti di Salvini, Di Maio e De Luca, con la scritta: "Siete voi i responsabili del biocidio" . Annunciando una contestazione a Salvini, oggi a Napoli per parlare di camorra.
Clima: a Napoli in migliaia in strada, tensioni con la polizia

Il consigliere dei Verdi cacciato


Cacciato dalla testa del corteo il consigliere dei Verdi Francesco Borrelli. "Vada in coda e sfili come cittadino- gli hanno detto i ragazzi- Non servono foto e passerelle di politici". In seguito il consigliere regionale dei Verdi dichiarerà: "Non sono stato cacciato".
#Fridayforfuture, a Napoli i ragazzi cantano "Bella ciao!"
Napoli per il FridaysforFuture: "Non c'? pi? tempo da perdere. Siamo in cinquanta mila e siamo pronti ad agire". Tensioni con la polizia

in riproduzione....
Condividi

Proteste contro il sindaco de Magistris


Proteste anche contro il sindaco, Luigi de Magistris, perchè sulla strada del corteo ha lasciato aperte alcune corsie per le auto. "Siamo avvolti da emissioni di C02 - discutono gli studenti - Se un'amministrazione sposa la lotta in difesa del clima deve fare ordinanze mirate e serie e bloccare le auto, almeno in giornate simboliche come queste".

Legambiente


"Oggi è una bella giornata per Napoli e la Campania – dichiara Mariateresa Imparato, presidente di Legambiente Campania –. I tantissimi giovani scesi in piazza meritano risposte adeguate da chi ci governa a livello centrale e locale". "Questa spinta sempre più pressante e incisiva dal basso che vede protagonisti in primis i giovani – conclude Mariateresa Imparato– è fondamentale. Gli slogan che hanno attraversato con festosi cartelli le piazze sono messaggi sintetici, ma che racchiudono grandi contenuti che toccano temi importanti come la necessità di un nuovo modello energetico, l’uscita dalle fonti fossili, una strategia di adattamento che parte dalle città e coinvolge le aree interne, la tutela delle foreste e del suolo, un nuovo approccio per la riduzione del rischio idrogeologico o per rispondere all’emergenza siccità, una nuova agricoltura che risponda agli scenari che il cambiamento climatico ci impone, interventi di efficientamento energetico nelle abitazioni e una nuova mobilità libera dalle fonti fossili e accessibile per tutti. Insomma un vero e proprio manifesto delle priorità per il rilancio dei territori, l’occasione di mettere in campo “la sfida al clima” non come “la guerra apocalittica”, ma come la grande opportunità per accelerare e stimolare la transizione ecologica con il forte consenso dei giovani cittadini di oggi e ‘grandi' di domani’".

L'adesione dell'Ordine degli psicologi


"Questa giornata storica per il pianeta ci consente una riflessione importante: finalmente si mette in evidenza che i comportamenti dei grandi della Terra, che prendono decisioni sul clima, sono dettati dall'idea che solo alcuni hanno il privilegio di utilizzare risorse che devono essere invece a disposizione di tutti", dichiara la presidente Antonella Bozzaotra, spiegando così l'adesione dell'Ordine degli Psicologi della Campania alla manifestazione mondiale contro i cambiamenti climatici. "Il fatto che il Fridays For Future nasca principalmente dall'iniziativa di giovani e studenti - aggiunge Bozzaotra - ci dà una grande speranza e ci dice che le nuove generazioni hanno una visione corretta di come deve orientarsi il futuro del nostro pianeta".

La Lav allo sciopero per il clima


"Il cambiamento climatico è un’emergenza globale che deve essere affrontata presto e con decisione, prima di raggiungere il punto di non ritorno. Per rispondere all’imperativo, riconosciuto ormai non solo dagli scienziati ma anche da gran parte della politica e delle istituzioni internazionali", LAV partecipa oggi a Napoli allo Sciopero per il Clima. Con lo slogan “Il clima lo cambi tu, cambia menù”, i rappresentanti dell’associazione portavoce degli animali, hanno distribuito omaggi 100% vegetali (gentilmente offerti dagli amici di Probios) a indicare la necessità assoluta di ripensare oggi il nostro comportamento a tavola, per garantire un futuro alle prossime generazioni.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Март 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031