Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Caltanissetta, la Regione esclusa dalle parti civili al processo Montante

CALTANISSETTA. Il gip David Salvucci decide l'esclusione della Regione Siciliana dalle parti civili del processo ad Antonello Montante, accusato di associazione a delinquere. Probabilmente per un motivo formale: la delibera di giunta è arrivata in ritardo. Mentre Montante continua a essere un imputato fantasma al tribunale di Caltanissetta. E tenta pure di fare saltare la seconda tappa dell'udienza preliminare, recapitando al giudice un certificato medico. Ma il gup rilancia: Gli avvocati chiariscano le reali intenzioni dell'imputato Montante. Vuole partecipare o no all'udienza? I pubblici ministeri insorgono in aula. Il procuratore Amedeo Bertone e il sostituto Maurizio Bonaccorso chiedono la sospensione dei termini di custodia cautelare, perché se ludienza non dovesse concludersi entro il 14 novembre Montante potrebbe essere scarcerato.
Alla fine, la pausa dell'udienza per chiarire l'ultimo giallo attorno a Montante dura quasi due ore, perché intanto nell'aula Gilda Lo Forti si è sistemato un altro giudice con la sua udienza preliminare e nel vecchio palazzo di giustizia di Caltanissetta non ci sono aule a sufficienza per tutti i processi, bisogna fare a turno. Intanto, il nuovo tribunale, che sorge accanto, è rimasto un bruttissimo scheletro di cemento, una delle incompiute simbolo della Sicilia degli sprechi.
Alle 12, l'avvocato Giuseppe Panepinto annuncia che Montante rinuncia alla presenza in aula. E l'udienza può proseguire. LOrdine dei giornalisti di Sicilia chiede di costituirsi parte civile. Nella scorsa udienza, analoga richiesta era stata avanzata dal Comune e dalla Camera di Commercio di Caltanissetta. Poi anche dagli spiati del sistema Montante: il giornalista Attilio Bolzoni, il magistrato Nicolò Marino, il testimone del processo Alfonso Cicero e il vice questore Gioacchino Genchi. Tutti ammessi come parte civile. Rigettate invece le richieste del pentito Dario Di Francesco, di Salvatore Iacuzzo, Michele Tornatore, Pasquale Cipolla e Ivan Rando.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930