Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Monte Bianco, alpinista precipita per 400 metri e muore sotto gli occhi del figlio ventenne

Un alpinista di 55 anni è morto sul versante francese del Monte Bianco mentre stava affrontando la discesa dalla vetta insieme con il figlio ventenne. L'uomo, di nazionalità francese, è precipitato per oltre 400 metri lungo la via normale dal rifugio Gouter. L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri a circa 4.500 metri di quota, all'altezza della Cresta delle Bosses.
Secondo quanto ricostruito dai soccorritori, i due non erano legati e procedevano in un tratto molto ripido quando il padre ha perso l'equilibrio ed è scivolato. Sul posto è intervenuto il Peloton de gendarmerie d'haute montagne di Chamonix. All'arrivo dei gendarmi, l'alpinista era già morto. Sulla via affrontata da padre e figlio passano in media dai 300 ai 500 alpinisti al giorno, con punte di 1000 nei weekend. Per questo dal 2019 le autorità francesi istituiranno sul Monte Bianco il numero chiuso: solo 200 scalatori al giorno potranno raggiungere, dal versante francese, la vetta più alta delle Alpi.
Poche ore prima, sul Gran Paradiso, un alpinista di 29 anni, Francesco Altavilla, di Reano nel Torinese, è morto dopo essere precipitato dalla parete del Becco Meridionale della Tribolazione, a oltre 3.100 metri di altitudine, nel vallone di Piantonetto a Locana. L'allarme è stato lanciato da un'altra cordata che ha udito i richiami del compagno di escursione della vittima, poi portato in salvo dal gruppo di alpinisti.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031