Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Milano, Chiara Ferragni candidata all'Ambrogino d'oro

Secondo alcuni una provocazione, secondo molti il giusto coronamento di una carriera da imprenditrice che, a soli 31 anni, l'ha portata ad essere una delle italiane più conosciute al mondo. Anche discusse, su questo non ci piove. L'ultima polemica, rigorosamente social, che l'ha vista protagonista risale a pochi giorni fa con la levata di scudi sull'acqua minerale "griffata".

Fatto sta che Chiara Ferragni, piaccia o no, è candidata all'Ambrogino d'oro, la massima onorificenza destinata ai milanesi "che contano". A proporre il suo nome alla speciale Commissione per le civiche benemerenze, formata dall’ufficio di presidenza e dai capigruppo del consiglio comunale, è stato il capogruppo di Forza Italia Ganluca Comazzi. Le motivazioni? "Al di là dei giudizi di valore, Ferragni è una professionista di enorme successo, con un fatturato di circa 10 milioni di dollari e un’azienda che dà lavoro a una ventina di persone e decine di consulenti" In più, "è stata tra i primi a comprendere le dinamiche di questa nuova epoca, in cui i social network sono entrati in modo incisivo nella vita quotidiana delle nuove generazioni »
Il primo dei milanesi, Beppe Sala, ovviamente non commenta anche se lo scorso anno aveva invitato a rivedere in qualche modo i criteri di assegnazione del riconoscimento: "L'Ambrogino d'oro", aveva detto, "non serve per dare un premio a chi ha già ricevuto tanti riconoscimenti, ma ai tanti sconosciuti che fanno grande questa città".

Sconosciuta, Chiara Ferragni, proprio non è. A dire la verità non è nemmeno milanese (è di Cremona) ma come ricorda il capogruppo "a Milano ci vive e a Milano ha aperto il suo primo negozio, vicino a piazza Gae Aulenti". E poi, in fondo, anche l'Ambrogino dell'anno scorso, Linus, non è proprio milanese di origine...
Ambrogini d'oro a Milano, da Scola a Linus: tutti i premiati alla cerimonia 2017
E allora perchè non Chiara Ferragni, una delle influencer più conosciute del pianeta, la donna che ha saputo costruirsi un impero basandosi semplicemente su...se stessa? I tempi cambiano così come cambia Milano, insieme a chi la rappresenta.
Insieme alla Ferragni, candidati all'Ambrogino Jacopo Tissi, primo ballerino italiano assunto al Bolshoi di Mosca, il manager Giordano Zucchi e Arianna Szorenyi, sopravvissuta ad Auschwitz, distintasi nel tempo per le sue testimonianze sulla Shoah

La consegna degli Ambrogini è prevista a dicembre, ovviamente in concomitanza con il giorno di Sant'Ambrogio.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031