Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Barcone in avaria con 70 persone al largo di Lampedusa: l'Italia prima dice no, poi interviene

Barcone in avaria con 70 persone al largo di Lampedusa: l'Italia prima dice no, poi interviene
La sala operativa della "Mare Jonio" con l'armatore Giuseppe Caccia e il parlamentare di Sinistra italiana Erasmo Palazzotto mentre contattano la Guardia costiera italiana
Soccorso dalla Guardia costiera italiana il barcone in avaria con 70 migranti a bordo al largo di Lampedusa. Sul posto, per soccorrere i naufraghi, si stava dirigendo la nave del progetto umanitario "Mediterranea", Mare Jonio, dopo il primo no delle autortità italiane all'intervento perché l'sos dall'imbarcazione in difficoltà era stato lanciato in acque maltesi.
Intanto il barcone era arrivato a 2,7 miglia del porto di Lampedusa e, a quel punto, la motovedetta della guardia costiera italiana è stata costretta a prestare i soccorsi. Ora i 70 migranti sono sbarcati a Lampedusa. Risolto, quindi, in extremis il braccio di ferro fra la Mare Jonio, Malta e la Guardia costiera italiana. Soddisfatta l'équipe del progetto umanitario Mediterranea che esprime soddisfazione per le vite salvate: "Missione compiuta".
Ecco il resoconto della notte. Alle ore 20 di venerdì la nave del progetto umanitario "Mediterranea", Mare Jonio - che stava facendo rotta verso l'Italia alla fine della sua prima missione - è stata raggiunta da un Navtext (un sos) emanato dalla Guardia Costiera maltese che parlava di un barcone con 70 persone in avaria nella zona di competenza maltese ma non distante fa Lampedusa.
La Mare Jonio si è immediatamente diretta verso il punto indicato dal Navtext e nel frattempo ha chiesto informazioni sullo stato delle operazioni, scoprendo che Malta - che aveva in carico il coordinamento- non aveva mezzi da inviare sul posto.
[media=https://twitter.com/RescueMed/status/1050860236897177600?ref_src=twsrc^tfw]

La Mare Jonio ha così deciso di contattare la Guardia Costiera italiana per chiedere di "intervenire tempestivamente" ottenendo come risposta un generico "se ne occupano i maltesi, quando e se il barcone dovesse entrare in acque di competenza italiana vedremo il da farsi".
Barcone in avaria al largo di Lampedusa, i preparativi per i soccorsi sulla "Mare Jonio"
Alle 23 di venerdi, dunque, a tre ore dall'sos (ancora in corso) la Mare Jonio era l'unico mezzo navale diretto sul luogo indicato in cerca del barcone, sospinto da vento da est e mare forza 4, con onde alte un metro, un metro e venti. Poi, il lieto fine per i 70 migranti in balia della corrente, con l'intervento della guardia costiera italiana e lo sbarco a Lampedusa.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031