Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Vaccini, quasi 300mila firme contro l' "obbligo flessibile": l'appello delle mamme di bimbi immunodepressi

Oltre 281mila firme per bloccare l'"obbligo flessibile" deciso dal governo giallo-verde sui vaccini. Le mamme dei bambini immunodepressi, che hanno lanciato la petizione online contro le concessioni ai "no vax" che rischiano di vanificare l'obbligo vaccinale, martedì spediranno la raccolta di sottoscrizioni ai parlamentari "per evitare che le novità annunciate dalla ministra Grillo entrino a far parte del Milleproroghe decretando di fatto l'impossibilità per i nostri bambini di frequentare la scuola".
A lanciare l'iniziativa era stata Roberta Amatelli, mamma di Viola, una bimba di tre anni che, dopo un trapianto di fegato subìto quando aveva appena 8 mesi, è immunodepressa e non può essere vaccinata. Se dovesse ammalarsi di una qualche malattia infettiva, come morbillo o varicella, per lei i rischi sarebbero molto gravi. "Viola deve iniziare a settembre la scuola materna a Terruggia, il comune dell'Alessandrino dove viviamo - racocnta la mamma - C'è una sola sezione e non si può avere la garanzia che mia figlia finisca in una classe con solo bambini vaccinati. Io vorrei mandarla a scuola, ma senza la certezza che sia protetta ho troppa paura per la sua salute".
Come Roberta decine di altre mamme, in queste settimane, si sono mobilitate per chiedere al governo di non fare marcia indietro rispetto alla legge Lorenzin che, prevedendo l'obbligo vaccinale per l'iscrizione scolastica, dava maggiori garanzie sull'immunità di gregge per quei bambini che, pur volendo, non possono essere sottoposti ai vaccini. "Martedì manderemo la nostra petizione con posta certificata ai componenti del governo e del Parlamento - spiega Roberta Amatelli - speriamo davvero che ci ascoltino".
Intanto, a due settimane dall'inizio della scuola, la Regione ha diffuso una circolare per dare istruzioni ai presidi preoccupati dalla situazione di incertezza. Gli annunci del governo sull'"obbligo flessibile", infatti, non sono ancora stati inseriti in alcun provvedimento legislativo e la legge in vigore resta la Lorenzin, seppur corretta in parte dalla circolare ministeriale di luglio che non prevede più la decadenza dell'iscrizione da asili e scuole dell'infanzia per i bambini non i regola. In Piemonte, dove la giunta Chiamparino studia anzi una legge per rafforzare l'obbligatorietà, però c'è un paletto in più: i bambini sotto i sei anni dovranno comunque dimostrare entro il 31 dicembre di essersi vaccinati.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31